martedì 30 giugno 2015

L'Isola disabitata tra Mozart e Metastasio al Conservatorio di Monopoli.


MERCOLEDI' 1 LUGLIO alle ore  ore 21, nella Chiesa dei Ss. Pietro e Paolo  di Monopoli,  avrà luogo la rappresentazione scenico - musicale

L'ISOLA DISABITATA. TRA MOZART E METASTASIO

Giovedì 18 giugno scorso  un ensemble vocale e strumentale del  Conservatorio di Musica "N.Rota" di Monopoli ha partecipato con molto successo al debutto de "L'isola disabitata", azione teatrale di Pietro Metastasio, con la regia del M° Michele Suozzo, a Roma, al Teatro di Villa Torlonia, sotto la direzione ed il coordinamento artistico-musicale del M° Domenico Di Leo. 
Le scene, recitate da un quartetto di giovani attori romani, si alternavano alle musiche di Mozart eseguite dai giovani  cantanti Maria Cristina Bellantuono, Giovanna Greco, Roberto Calamo e dai clarinettisti Katia Santoro, Matteo Erba e Fabrizio Lillo, tutti allievi del conservatorio monopolitano.
Lo stesso spettacolo, che ha il patrocinio del Conservatorio "Nino Rota", arriva ora in replica a Monopoli, nella suggestiva cornice della Chiesa di S.Pietro e Paolo. 
INGRESSO LIBERO.

Il pianista jazz Enrico Zanisi inaugura il 2 luglio il Piano Piano festival a Lecce.



Con un concerto in piano solo Enrico Zanisi (nella foto) inaugura, giovedì 2 luglio a Lecce, il “Piano Piano Festival”, la rassegna interamente dedicata al pianoforte e al jazz che nel weekend dal 2 al 5 luglio invaderà ville e giardini privati della cittadina pugliese con un programma ricco di concerti. 
Enrico Zanisi, già Premio Top Jazz 2012 e Premio Siae 2014, è uno dei giovani pianisti più apprezzati del panorama italiano.
Cresciuto ascoltando anche gruppi come gli Emerson Lake Palmer, i Genesis e i Led Zeppelin, Enrico Zanisi ha intrapreso un iter di studi completo, diplomandosi con lode in pianoforte classico e laureandosi, sempre con lode, in jazz. La padronanza tecnica dello strumento, quindi, arriva da lontano, da una formazione che permette a Enrico di avventurarsi su ogni territorio con sorprendente sicurezza e consapevolezza. Succede ancora, forse solo nel jazz.
La storia del giovanissimo Enrico Zanisi appartiene a quella letteratura musicale che racconta in maniera universale il talento, gli incontri e le occasioni non perse dell’artista che non rinuncia ai suoi sogni. Dopo una serie innumerevole di concerti e gigs nei piccoli locali della capitale, Enrico viene inizialmente notato da un giornalista che, forte del talento provato, decide di presentarlo a un discografico.

Domani l'organista Eric Hallein si esibisce a Saluzzo nella Confraternita Croce Nera.


mercoledì 1 luglio -  Saluzzo – Confraternita Croce Nera - ore 21,15

“ORGANI VESPERA” con Eric Hallein all'organo



Terzo appuntamento per la rassegna “Recondite Armonie 2015 - Contaminazioni” mercoledì 1 luglio, 21,15, alla Confraternita della Croce Nera (piazzetta San Nicola) di Saluzzo lo spettacolo “Organi Vespera”con Eric Hallein all'organo.



Laddove nel Belpaese la vocazione alla musica antica riesce quasi sempre tardiva, frutto di migrazioni posteriori ai percorsi accademici tradizionali, nell’area nordica – per altro patria del pionierismo filologico – riesce plausibile il contrario, cioè un tragitto formativo sostanziato dalla pratica e conoscenza degli strumenti storici, secondo l’ineccepibile ammissione del processo evolutivo. Così l’organista belga Eric Hallein, classe 1958 e dunque artista d’esperienza vasta ed acclarata, dopo aver fatto conoscenza e pratica dell’antico, si è lasciato conquistare – “ispirato dall’organo sinfonico (1888) della Chiesa di San Michele a Roeselare” – dalle sonorità timbricamente variegate e dinamicamente abbondanti dello strumento romantico e poi novecentesco, affrontando lo studio delle scuole francese e tedesca,  attraverso le pagine di compositori come César Frank, Charles-Marie Widor, Louis Vierne, Marcel Dupré, Olivier Messiaen, Flo Peeters, Franz Liszt e Max Reger. Autori che potranno essere valorizzati pure nel contesto organistico piemontese, grazie alla disponibilità di manufatti come l’organo “Veggezzi Bossi” installato nella chiesa di San Pietro di Cherasco, le cui  canne altro non attendono se non di esprimersi nelle qualità sinfoniche che ne costituiscono l’anima.

Milano Expo: Un'esposizione universale di grandi Maestri.




Gustavo Dudamel (nella foto)Daniel Harding e Yuri Temirkanov sono i direttori superstar
protagonisti del lungo weekend che FAI e Il Sipario Musicale organizzano a Milano,
tra visite guidate ad Expo 2015 e alla grande mostra dedicati al genio di Giotto (4-7 settembre 2015)


 Capitale della moda e del design, Milano vanta un'antica e radicata tradizione artistica e musicale, costruita nei secoli grazie al richiamo internazionale esercitato da illustri istituzioni culturali come il Teatro alla Scala, ma non solo. In una città elettrizzata dal clima di festa e di magia risvegliato dall'Esposizione Universale, il FAI – Fondo Ambiente Italiano – in collaborazione con Il Sipario Musicale ha individuato tre appuntamenti – con una attraente appendice “facoltativa” – che rappresentano il cuore del Viaggio a Milanoimpreziosito dalle visite guidate ad Expo 2015 e alla grande mostra su Giotto, ma anche dalla presenza di Carla Moreni, critico musicale de Il Sole 24 Ore che introdurrà l'ascolto di tutti i concerti in programma.

lunedì 29 giugno 2015

Premiate tre valide promesse alla Camerata Musicale Barese.


Con la premiazione di tre valide promesse del pentagramma, si è conclusa venerdì sera (26/6 u.s.) all’Auditorium La Vallisa, la rassegna della Camerata “Dedicato a.. Musica Giovani”.
Vincitori ex aequo sono risultati: la Pianista Serena Valluzzi (nella foto) ed il Duo Leonardo Grittani (Flauto) e Maurizio Zaccaria (Pianoforte), tutti poco più che ventenni.
A loro sono andate le borse di studio messe a disposizione da UBI Banca Carime, che ancora una volta ha confermato la sua sensibilità per il mondo dei giovani.
La rassegna, organizzata dalla Camerata con la collaborazione del Conservatorio “N. Piccinni”, si è chiusa con il concerto della stessa Pianista Serena Valluzzi, che ha conquistato i Soci ed il pubblico con tecnica raffinata, spesso esuberante ed impetuosa e con una emozionata partecipazione.
La giuria era composta dal Musicologo Piefranco Moliterni, dal Dott. Saverio Mattia, Dirigente Staff di Banca Carime che ha consegnato i premi, e dal Prof. Corrado Roselli, docente del Conservatorio in rappresentanza del Direttore Gianpaolo Schiavo del quale ha letto un messaggio di felicitazioni per la Camerata e per la felice riuscita del ciclo concertistico di “Musica Giovani”.
Prima della premiazione, Pierfranco Moliterni ha espresso i complimenti della giuria per l’elevato  livello dei concorrenti, che fanno onore al Conservatorio, di cui sono eccellenti allievi e che si sono rivelati autentiche speranze per la nostra musica.

Puglia Sounds Record è l'unico fondo in Italia a finanziare le nuove produzioni discografiche.



Puglia Sounds Record
 l’unico fondo in Italia a sostegno di nuove produzioni discografiche
finanzia la creazione e promozione dei nuovi dischi di  
Erica Mou (nella foto), Raffaele Casarano, C.F.F., Matteo Bortone, Crifiu
Minafric Orchestra e Faraualla, Ensemble 05, Carolina Bubbico
Josè Barros e Mimmo Epifani, Los Impossibles, Mutante, Mama Marjas
Gianluca De Rubertis, K-ant Combolution, Mirko Signorile Trio
 Rino Arbore, Roberto Ottaviano, Stefania Di Pierro, Ivan Iusco

sabato 27 giugno 2015

Il prossimo 23 luglio Danilo Rea sarà il protagonista del Galà d'Estate della Camerata Musicale Barese.


Danilo Rea (nella foto), Pianista di fama internazionale ed alfiere del jazz italiano, sarà il protagonista del “Galà d’Estate” della Camerata Musicale Barese il 23 luglio allo “Showville”.
E’ l’unico concerto previsto quest’anno al posto del Festival “Notti di Stelle” che purtroppo mancherà la XXVII edizione per la mancanza di contributi e sostegno degli enti locali.
Il Galà sarà un tributo ad un grande della musica italiana, Domenico Modugno, che ha conquistato l’ammirazione del mondo con le sue poetiche e romantiche armonie.
Sarà il modo di illuminare il cielo barese con l’energia delle “Notti di Stelle”, il Festival al quale la Camerata ha dovuto rinunciare dopo tante edizioni con profonda amarezza; in cambio ci sarà per una serata di Gala.

Claudio Abbado: ieri sarebbero stati ottantadue anni...



Il 20 gennaio dell'anno scorso è morto CLAUDIO ABBADO, il grande Direttore d'orchestra milanese, al termine di una sofferta agonia. Lo voglio ricordare perchè ieri si sarebbe festeggiato il suo genetliaco n.82. L'ho conosciuto di persona a Matera, la mirabile Città dei Sassi, in anni belli, bellissimi, sorridenti e solari come Lui è sempre stato. Che Dio l'abbia in Gloria!

È morto il direttore d’orchestra e senatore a vita Claudio Abbado. Aveva 80 anni e da tempo era molto malato. Nato a Milano il 26 giugno 1933, è morto nella sua casa di Bologna. È stato direttore de La Scala, della Staatsoper di Vienna e dei Berliner Philharmoniker. Ha acquisito meriti artistici nel campo musicale attraverso l’interpretazione della letteratura musicale sinfonica e operistica alla guida di tutte le più grandi orchestre del mondo. Il 30 agosto 2013 era stato nominato senatore a vitadal capo dello Stato Napolitano. La famiglia Abbado ha comunicato la morte del direttore d’orchestra con questo messaggio: «Claudio è con tutti noi. È partito per il viaggio misterioso. Stringiamoci alla sua vita fortunata». La camera ardente sarà a Bologna, nella Basilica di Santo Stefano, dalle 14 di domani, martedì 21 gennaio, alle 24 di mercoledì. 
L’IMPEGNO PER I GIOVANI - Alla luminosa carriera artistica Abbado aveva aggiunto l’impegno per la divulgazione e la conoscenza della musica in special modo a favore delle categorie sociali tradizionalmente più emarginate. Ha avuto la responsabilità della direzione stabile e musicale delle più prestigiose istituzioni musicali del mondo come il Teatro alla Scala e i Berliner Philharmoniker; ha ideato istituzioni per lo studio e la conoscenza della nuova musica. Si è in pari tempo caratterizzato per l’opera volta a valorizzare giovani talenti anche attraverso la creazione di nuove orchestre, come la European Union Youth Orchestra, la Chamber Orchestra of Europe, la Mahler Chamber Orchestra, la Orchestra Mozart. 

(Fonte: Corriere della sera - online)

venerdì 26 giugno 2015

Il celebre pianista Lang Lang suona il prossimo 30 giugno agli Arcimboldi di Milano.


Dopo il successo di Torino, Roma e Firenze il “Viaggio in Italia” del grande pianista cinese Lang Lang raggiunge Milano, con un nuovo concerto che Rai Cultura trasmette in diretta su Rai5 martedì 30 giugno alle 20. La serata può anche essere seguita su Radio3 e in streaming audio-video sul portalewww.classica.rai.it.
Al Teatro degli Arcimboldi Lang Lang propone  un programma musicale che accosta il Concerto Italiano di Johann Sebastian Bach a grandi pagine romantiche come Le stagioni di Čajkovskij e i quattro Scherzi di Chopin. La tappa milanese sarà ripresa dalla Rai anche oltre il palcoscenico e l'esecuzione musicale, per diventare parte di un documentario che racconterà non solo i concerti, ma anche gli incontri del musicista in questa sua “avventura italiana”. Il concerto fa parte di “Expo in Città”, il cartellone di iniziative organizzate dalla Città di Milano per l’Expo, di cui Lang Lang è Ambassador, ed è coprodotto con i Pomeriggi Musicali.

Il ROMEXPO Fringe Festival 2015 si avvia verso la conclusione.



Ultima settimana di concorso per il Roma Fringe Festival 2015 che, dopo aver visto 72 compagnie teatrali provenienti da Italia, Inghilterra e Francia andare in scena nei giardini di Castel Sant’Angelo, apre la sezione Comedy dedicata alla risata.
Dal 28 giugno al 5 luglio, spazio anche alla Scena Romana, una speciale vetrina dove conoscere gli spettacoli più rappresentativi proposti dagli “avamposti” Off della Capitale: Teatro Studio Uno, Teatro Argot Studio, Teatro dell’Orologio, Teatro Tordinona, Carrozzerie n.o.t.
A proposito di scena romana, il 3 luglio nei giardini di Castel Sant’Angelo, dopo un anno di sold out al Teatro Lo Spazio, arriva anche il Social Comedy Club, format dell’intrattenimento teatrale comico che porta in scena le migliori esperienze sulla piazza, tra nonsense, stand up comedy, puppet, monologhi teatrali, poesia, teatro canzone, imperdibili numeri circensi e così via.
Per l’occasione, il Roma Fringe Festival, a ingresso gratuito, si trasformerà in un comedy club d’eccezione, in cui a salire sul palco, guidati e accompagnati dalle battute, la musica e le provocazioni di Daniele Fabbri e Stefano Usai, saranno alcuni dei più interessanti esponenti del teatro comico (e non solo) italiano.

giovedì 25 giugno 2015

Enrico Pieranunzi e Bruno Canino, fra gli ospiti più attesi del festival Udin&Jazz 2015.



Venerdì 3 luglio alle 21.30, al Castello di Udine, arrivano i pianisti Enrico Pieranunzi e Bruno Canino, fra gli ospiti più attesi del festival Udin&Jazz 2015.

Interpreti acclamati a livello internazionale - riferimento assoluto del pianismo jazz il primo e una carriera quarantennale sui migliori palcoscenici della musica classica il secondo - formano a Udine un duo inedito, che sull'amore per la musica, la curiosità e la voglia di mettersi in gioco fonda la propria grandezza.
Il programma del concerto, dall'evocativo titolo "I ruggenti Anni Venti", prevede un omaggio al grande George Gershwin, le cui pagine sono presentate in una veste del tutto nuova, grazie agli arrangiamenti e ai riadattamenti appositamente composti da Pieranunzi per l'appuntamento udinese:

George Gershwin
2 Songs (Sweet and Low-Down - Kickin' the clouds away)
Melody N° 17
Novelette In Fourths

Enrico Pieranunzi
Duke's Dream (Jazz Fantasy su propri temi)

George Gershwin
I Got Rhythm Variations

Darius Milhaud
Scaramouche

George Gershwin
An American In Paris

Labfest 2015 domani nel Conservatorio di Monopoli.


Venerdì 26 giugno 2015
Chiostro del Conservatorio, a partire dalle ore 21

Labfest 2015:
 MONOPOLI
​ SUONA ​
IN DO 

IN C - di TERRY RILEY

A Hypnotic Musical Experience 

Coordinamento e concertazione: Domenico di Leo e Gianni Lenoci
Un ensemble di musicisti dal numero potenzialmente illimitato suonerà “In C” (nella terminologia anglosassone l’equivalente di “In Do”: il brano infatti è imperniato sulla nota “C”, il nostro Do), la celebre composizione di Terry Riley, pietra miliare della musica minimalista americana.
“In C” è una partitura ipnotica che ha queste caratteristiche: non suona mai identica a se stessa, può essere eseguita da qualsiasi strumento, ha una durata che può variare - a seconda dei criteri scelti dagli esecutori - da qualche decina di minuti fino addirittura ad alcune ore.
La nostra versione di “In C” non sarà un semplice concerto, ma una trama sonora che riempirà e avvolgerà il chiostro del Conservatorio per circa tre ore, animata e “tessuta” dagli studenti dei corsi di jazz, nuovi linguaggi e musica da camera.
L'’invito è rivolto a tutti gli strumentisti e i cantanti, gli studenti e i docenti che vorranno parteciparvi.
Monopoli in Do sarà un’occasione anche per chi non suona: il pubblico potrà scegliere se ascoltare dall’inizio fino al termine oppure a frammenti, arrivando e andando via quando lo desidera, senza limiti e costrizioni di alcun genere. Ognuno potrà scegliere se immergersi totalmente nell’ascolto (in movimento, passeggiando per lo spazio del chiostro tra le postazioni dei musicisti, oppure staticamente, sedendosi o - perché no? - sdraiandosi) o se stare nel flusso dei suoni per meditare, leggere, danzare, fare yoga o tai chi, scrivere, disegnare, dipingere, fotografare, filmare, costruire qualcosa (ovviamente portandosi dietro l'occorrente).

"JuAr - Le orme del Jurassico" domani sera nel Parco di Lama Balice a Bari.


Domani, venerdì 26 giugno, alle 18.00, la stampa e le autorità sono invitate alla straordinaria dimostrazione del progetto «JurAr – Le Orme del Jurassico», che si terrà all'interno della Cava Selp nel Parco Naturale Regionale di Lama Balice a Bari (SP 156, Bitonto – Aeroporto di Bari Km 6, nei pressi dell'Hotel Parco dei Principi di Bari), giacimento con la presenza di un numero stimato di circa 10 mila orme di dinosauri (la concentrazione è di 3-4 impronte per metro quadrato), ancora non certificato scientificamente.

Chigiana Festival Summer 2015: ecco gli appuntamenti.


Il prossimo 10 luglio si inaugura il Chigiana International Festival and Summer Academy di Siena.
Vi invio in allegato il calendario sintetico e il comunicato stampa generale; inoltre al seguente link potrete scaricare l'intera cartella stampa e le fotografie:

Fra gli appuntamenti della prima settimana vi segnalo:
10 luglio - Max Richter con l'ORT
13 luglio - Carnaval di Salvatore Sciarrino in versione integrale (Daniele Pollini, Neue Vocalsolisten, Klangforum Wien, Tito Ceccherini)
14 luglio - Carnaval di Schumann in una versione scenica con la regia di Alessio Pizzech, Roberto Prosseda e il Balletto di Siena
16 luglio - Winterreise con Matthias Goerne e Markus Hinterhäuser e la regia di William Kentridge
17 luglio - El Cimarron di Henze.

Sabato 11 luglio a Revello (Cuneo) si esibirà la "Colours Jazz Orchestra".


Evoluzione raffinata ed insieme selvaggia dello spirito del blues, alla seduzione del jazz non si può restare indifferenti: alla vecchia guardia dei patiti che non si perdono un concerto si aggiunge un crescente stuolo di giovani entusiasti.

Iniziata con un grande successo sabato 6 giugno, prosegue la rassegna che unisce musica ed arti visive Jazz Visions, con un appuntamento imperdibile per tutti coloro che vogliono farsi trascinare in un viaggio fatto di note, immagini, “visioni”, colori, arte.

Sabato 11 luglio alle ore 21,30 a Revello, presso le Officine Giletta di via de Gasperi, 1, si esibirà la “Colours Jazz Orchestra” con i sassofonisti Simone La Maida, Maurizio Moscatelli, Filippo Sebastianelli, Antonangelo Giudice e Marco Postacchini, i trombettisti Giorgio Caselli, Giacomo Uncini, Samuele Garofoli e Luca Giardini, i trombonisti Massimo Morganti, Luca Pernici, Andrea Angeloni, Carlo Piermartire e Pierluigi Bastioli e Luca Pecchia alla chitarra, Emilio Marinelli al pianoforte, Gabriele Pesaresi al contrabbasso e Massimo Manzi alla batteria.

Appuntamento eccezionale alle Officine Giletta: per la prima volta gli ampi spazi lavorativi, tramutati per un giorno in sala da concerto, vedono la presenza di una grande formazione orchestrale. Il suono della big band rappresenta una delle peculiarità che contraddistingue il jazz e la sua storia. Perseguire un alto livello artistico e dare continuità ad un ampio ensemble sono sempre state sfide difficili, ancor di più nel momento che stiamo vivendo. La Colours Jazz Orchestra rappresenta un livello di eccellenza nel panorama jazzistico nazionale, per il grande impatto sonoro, gli arrangiamenti sofisticati e il repertorio selezionato con originalità e rigore espressivo.

mercoledì 24 giugno 2015

Doppio appuntamento domani e venerdì 26 giugno con il tango e l'Orchestra Sinfonica Metropolitana diretta da Giovanni Rinaldi.


Doppio appuntamento legato al mondo del tango per l'Orchestra Sinfonica Metropolitana di Barigiovedì 25 giugno, alle 18,30, l'orchestra, diretta da Giovanni Rinaldi, si esibirà a Molfetta, nel Chiostro della Fabbrica di San Domenico. Insieme all'orchestra un trio d'eccezione, formato da Massimiliano Pitocco (bandoneòn), Rosario Mastroserio (pianoforte) e Giuseppe Degirolamo (basso elettrico). In programma musiche di Piazzolla, Gardel, Filiberto, Ziegler, Rodriguez, Villoldo, Corea. Il concerto sarà replicato venerdì 26, alle 21.00 nell'Atrio del Palazzo Ateneo di Bari, in occasione delle celebrazioni dei 90 anni dalla fondazione dell'Università degli Studi di Bari. Ingresso libero per entrambe le date.

Estate a Santa Cecilia con l'Orchestra ed il Coro dell'Accademia di Santa Cecilia.


Estate
Prepariamoci ad un luglio ricco di effetti speciali, con i tre imperdibili appuntamenti dell’Estate. Con l’Orchestra e il Coro dell'Accademia di Santa Cecilia, le musiche da film di Ennio Morricone, le gag più divertenti di Igudesman & Joo in veste sinfonica e il violino di Uto Ughi.

Biglietti:

Morricone dirige Morricone: a partire da 20 €
Igudesman & Joo / Bolero!: a partire da 15 €
Formula carnet 3 concerti: a partire da 40 €


"Livorno Music Festival", a partire dal 24 agosto masterclass e concerti.



The Livorno Music Festival, sponsored by “Amici della Musica di Livorno” provides courses of musical interpretation and instrumental master classes with the purpose of bringing together young musicians from all over the world allowing them close contact with some of the most important names of the international musical scene: «a real workshop for music where a treasure trove of secrets may be discovered – highlights the artistic director Vittorio Ceccanti, – students and professors meet each other at classes, at concerts and, thanks to an agreement with the Festival, they can also share lunches and dinners facilitating  ideas, friendships, projects and cultural exchanges». From the 24th of August to the 8thof September 2015 Villa della Gherardesca will house 12 Master- Classes held by internationally renowned performers and professors from the most prestigious Universities, such as the Royal Academy of Music of London, the Hochschule für Musik in Basel and in Cologne, the  Conservatoire National Supérieur of Paris; and the Academies of Music in Fribourg and Berne. «Thanks to connections made during the Festivals, some students from previous years are now studying in these eminent institutions». Many concerts, performed by outstanding students of the Festival and their Professors, will take place in the most suitable city locations. During the classes, instrumentalists and composers will have the chance to be selected for performances at these concerts and at future Festivals. Moreover, the first performance of new compositions will take place and scholarships awarded.

Villa Ada a Roma incontra il mondo e si anima di molte iniziative e concerti.



Festival storico che da anni porta una programmazione musicale d’eccellenza in una delle aree verdi più amate della Capitale, da quest’anno Villa Ada Incontra il Mondo si anima di molte iniziative collaterali, per regalare al territorio (a partire dalla mattina fino notte inoltrata) una serie di iniziative dedicate agli amanti della vita all’aria aperta, del buon cibo, dei mercatini...e a tutti coloro che vogliono approfittare della bella stagione per formarsi professionalmente sul campo, grazie al supporto di una delle massime realtà del settore: LoStudioNero.
Un’offerta ampia che va dall’intrattenimento per i più piccoli, con il Giardino di Lulù (sport, giochi all’aria aperta, teatro, relax, acqua, cavalli e musica), al benessere con il Giardino Interiore (a cura della scrittrice e organizzatrice di eventi Maura Gancitano) le degustazioni bio, fino ad arrivare allaformazione affidata ai professionisti del settore, perché “la musica è (anche) un mestiere”. 
"Nell'incredibile macchina organizzativa di Villa Ada" ha dichiarato Mamo Giovenco, forse il più giovane organizzatore di eventi di tale portata a Roma "ci sembrava giusto inserire un momento rivolto al 'mestiere' della musica, contesto che non è costituito solo da artisti, ma che bensì vive grazie a tutte quelle maestranze di professionisti fondamentali per la buona riuscita della spettacolo.

Il 29 giugno si presenta alla Feltrinelli di Bari "I Luoghi della Musica" di Angelo De Marzo con le foto di Ciro Di Maio.

Presentazione della guida  turistico/musicale "I Luoghi della Musica BARI". Lunedì 29 giugno ore 18,00 c/o "La Feltrinelli" Bari -ingresso libero. Interventi di: Angelo Pascual De Marzo (autore), Ciro Di Maio(fotografo) Gilda Camero (giornalista)

Il 25 giugno la Fondazione Pro Anziani-Onlus festeggia i suoi venticinque anni con un concerto al Petruzzelli.


La Fondazione Pro Anziani-Onlus di Bari festeggia il  proprio venticinquennale  con un concerto a ingresso libero che si terrà al Petruzzelli il 25 Giugno, con inizio alle ore 18. 
Numerosi artisti baresi hanno aderito all’invito della Presidente della Fondazione Fondazione Pro-Anziani, Tonia Ginevrino,  e si esibiranno gratuitamente per animare  la serata, a beneficio degli ospiti delle case di riposo della nostra città, invitati d’onore alla manifestazione. 

Il programma 2015 del JazzAscona con tutti gli appuntamenti.


JazzAscona 2015 dal 25.6 al 4.7
The New Orleans Experience 
Original Music & Food from Louisiana
Il Festival dedica un omaggio speciale a Travis “Trumpet Black” Hill, scomparso improvvisamente lo scorso 4 maggio: era uno dei protagonisti della formazione Heart Attack attesa ad Ascona con James Andrews
Fedele alla sua tradizione e attento a coinvolgere un pubblico ampio e trasversale, JazzAscona festeggia la sua 31. edizione dal 25 giugno al 4 luglio 2015 con un nuovo progetto intitolato “The New Orleans Experience – Original Music & Food from Louisiana”.
L’idea è di celebrare la musica, lo spirito, l’ambiente di New Orleans presentando musicisti di primo piano della Città del Delta accanto a un’offerta di specialità tipiche della cucina creola.
The New Orleans Experience – Original Music & Food from Louisiana” è frutto di un accordo di collaborazione della durata di tre anni firmato negli scorsi mesi con il New Orleans Conventions and Visitors Bureau. L’accordo conferma legami storici e rafforza Ascona nel suo ruolo di vetrina privilegiata per la musica e la cultura di New Orleans in Europa.  JazzAscona è  l’unico festival al di fuori degli Stati Uniti che può beneficiare di un sostegno ufficiale da parte delle autorità di New Orleans.
Fulcro dell’Esperienza New Orleans sarà il Jazz Club Torre, che ospiterà i principali artisti ed eventi del festival.

lunedì 22 giugno 2015

Kirill Petrenko successore di Sir Simon Rattle a Berlino a partire da settembre 2018.


Congratulazioni a Kirill Petrenko (nella foto)! I musicisti dei Berliner Philarmoniker hanno scelto il loro prossimo direttore principale». Così con un tweet l’Orchestra Filarmonica di Berlino ha annunciato l’elezione di Kirill Petrenko come successore di sir Simon Rattle - che lascerà l’orchestra nell’agosto del 2018 - alla guida della prestigiosa orchestra e come direttore artistico della Fondazione Berliner Philharmoniker. Il tweet rimanda a un comunicato sul sito dei Berliner in cui si dice che durante l’assemblea dei musicisti, Petrenko è stato «eletto a larga maggioranza». «Le parole non possono esprimere i miei sentimenti, che vanno dall’euforia alla gioia, dallo stupore all’incredulità», afferma lo stesso Petrenko a caldo, sottolineando di essere «consapevole della grande responsabilità e delle grandi aspettative nei miei confronti.

I concerti in Piazza San Carlo a Torino dell'OSN della Rai diretta da Juraj Valčuha.


Sono la Russia e gli Stati Uniti i protagonisti dei due concerti che l’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai propone in piazza San Carlo, a Torino, in occasione del Classical Music Festival organizzato dalla città. La serata di giovedì 25 giugno si apre alle 21.30 con l’Ouverture festiva op. 96 di Dmitrij Šostakovič, seguita dal balletto di Igor Stravinskij Le sacre du Printemps, che alla sua prima rappresentazione, il 29 maggio 1913 al Théâtre du Champs-Elysées di Parigi, suscitò un enorme scandalo, segnando per sempre il modo di sentire l’arte e cambiando definitivamente la nozione del bello. In chiusura i Quadri di un’esposizione, la celebre suite pianistica scritta da Modest Musorgskij nel 1874, dopo aver visitato una mostra di dipinti di Viktor Hartmann, e trascritta per orchestra da Maurice Ravel nel 1922.

Penultimo appuntamento dedicato a "Musica Giovani", la rassegna della Camerata.



Penultimo appuntamento domani martedì 23 giugno alla Vallisa con “Dedicato a …. Musica Giovani”, la rassegna organizzata dalla Camerata con la collaborazione del Conservatorio “N. Piccinni” e con il prezioso contributo di UBI Banca Carime.
La serata sarà un omaggio all’arpa e avrà come protagonisti  Antonella De Filippis,   Fabrizio Aiello (Arpa) e Tecla Argentieri (Pianoforte, nella foto).

Al via dal 25 giugno la nona edizione di "Mettiamoci all'Opera", il ciclo di incontri e conversazioni sui protagonisti del Festival della Valle D'Itria.



Al via dal 25 giugno 2015 la nona edizione di Mettiamoci all’Opera”, il ciclo di incontri e conversazioni sui temi e i protagonisti del Festival della Valle d'Itria. 
La rassegna, sostenuta dall’Assessorato al Mediterraneo, Cultura e Turismo della Regione Puglia nell’ambito del progetto “I Saperi dello Spettacolo” della Fondazione Paolo Grassi, guarda alla preparazione del pubblico in vista degli spettacoli del Festival e vuole incentivarne la partecipazione non solo attraverso incontri di approfondimento, ma anche mediante formule promozionali. Come negli anni passati, infatti, la frequenza di almeno sei incontri tra gli otto in agenda, darà diritto a un biglietto omaggio per assistere a uno degli spettacoli del 41° Festival della Valle d’Itria.
Il calendario degli incontri prevede, come di consueto, le guide all'ascolto delle opere, affidate quest'anno alla musicologa Fiorella Sassanelli (nella foto): il 25 giugno si parlerà de “L’incoronazione di Poppea” di Claudio Monteverdi, con la partecipazione del M° Antonio Greco, direttore dell’opera; il 2 luglio sarà presentata al pubblico l'opera "Le braci" di Marco Tutino; il 7 luglio il "Don Checco" di Nicola De Giosa, con la partecipazione del M° Lorenzo Fico, revisore dell’opera; infine il 9 luglio ci si preparerà all'ascolto della"Medea in Corinto" di Giovanni Simone Mayr.

Le prime succose anticipazioni della prossima stagione della Camerata Musicale Barese.


Anche per la 74ª Stagione 2015/2016, la Camerata Musicale Barese conferma l’eccellenza delle sue proposte che, ancora una volta, hanno riscosso pieno riconoscimento di pubblico e di critica nella 73ª, che si sta concludendo in questi giorni con “Dedicato a…Musica Giovani”.
La nuova Stagione si dimostra all’altezza del passato e delle tradizioni della Camerata con le Prime Anticipazioni.
In testa tre grandi Pianisti , il Duo Vladimir e Vovka Ashkenazy, padre e figlio e Sir Andras Schiff.
Il Duo Ashkenazy è un’illustre espressione della scuola tradizionale russa.
Il padre è uno dei più grandi pianisti del ventesimo secolo peraltro mai arrivato a Bari ; il figlio è diventato anche lui un pianista di fama internazionale. Un altro figlio Dimitri, è un eccellente chitarrista; autentici figli d’arte.

Seminario da oggi a mercoledì dell'arpista Sara Terzano al Conservatorio di Monopoli.


SEMINARIO IN 3 APPUNTAMENTI:

“MUSICA: LA VOCE DELLE ARTI” II EDIZIONE

Viaggio nel rapporto tra la musica e le altre espressioni artistiche attraverso suoni e immagini

Docente: SARA TERZANO

Conservatorio di Musica “NINO ROTA” di  Monopoli

1)   Lunedì 22 Giugno 2015: VIAGGIO NEL TEMPO”
2)   Martedì 23 Giugno 2015: “L’ECO DELLA NATURA”
3)    Mercoledì 24 Giugno 2015: “IL SUONO DEL SEGNO E DELLA FORMA”


Salone del Conservatorio Piazza Sant’Antonio, 27  MONOPOLI (BA)    Ore 19.00  ingresso libero e gratuito

Musiche eseguite dal vivo all’arpa celtica e moderna
da Sara Terzano
e dagli ensembles di docenti e allievi

Il Multimedia Barge Festival prende il via il prossimo venerdì 26 giugno.


MULTIMEDIA BARGE FESTIVAL 2015
martedì 23 giugno 2015
Aumentare le proprie percezioni: è questo il must dell'evento di quest'anno. Il percorso che ha reso famoso ilMultimedia Barge Festival con le vie del centro storico, le piazzette e le antiche facciate, si prepara, come tutti gli anni, ad essere tinteggiato con fasci di luci e immagini da tutto il mondo.
Per tutto il mese di giugno Barge si inonderà d’arte in tutte le sue forme. Non soltanto fotografia, ma street art in mostra in diversi punti del paese. Le vetrine dei commercianti ospiteranno il primo “TU DA CHE PARTE STAI?” una mostra itinerante di un unico artista che proporrà le sue opere esponendole lungo un percorso dettagliato e ben particolareggiato nelle vetrine dei negozi dei commercianti Bargesi. Un connubio insolito, una sorta di gioco d'esplorazione, l’occhio che si perde tra i prodotti esposti nelle vetrine alla ricerca dell'opera esposta. Un nuovo metodo per rendere vivo il paese anche durante gli orari di chiusura dei negozi, ed un formula innovativa, insolita ed originale di fare la spesa. Questo mese espone Guido Palmero di Saluzzo.
Una fotografia racconta sempre una storia, catturando un momento fugace di una realtà in continua mutazione. Tanti frammenti di realtà, accostati l’uno all’altro in un susseguirsi di significati lasciati alla fantasia degli spettatori, possono creare una storia nella storia, che trova la sua massima espressione se accompagnata da una musica che possa costituire il coronamento artistico di un’esperienza di viaggio e di vita.
Tante storie “in fotografia” si potranno ammirare tra le strade di Barge per la sesta edizione del Multimedia Barge Festival, evento a cui partecipano ogni anno fotografi appassionati di natura, antropologia, zoologia, botanica e tante altre tematiche. Main stage dell’evento è la centralissima Piazza Garibaldi, che si animerà per proporre nuove luci e nuove prospettive alla notte bargese. Gli artisti provengono da tutta la Penisola e da diverse nazioni, portando con sé un bagaglio fotografico sempre diverso ed originale che mostra in diversi click realtà vicine e lontane che rapiscono gli spettatori accompagnandoli in entusiasmanti visioni di viaggi raccontati dal magico connubio costituito da immagini e suoni.
L’Istituto Statale d’Arte Amleto Bertoni di Saluzzo come lo scorso anno impreziosirà alcuni luoghi caratteristici del paese con i lavori degli studenti dell’anno scolastico appena concluso. L’Artista Remo Bonetto Trash contribuirà con alcune sue opere ad incrementare il già importante percorso d’arte lungo le vie del paese.
Barge si conferma un paese tutto da scoprire, specialmente durante il mese di giugno.
Si possono scoprire le nuove guide multimediali su “la Barge che fu”: i nuovi punti caratterizzati dalla cornice azzurra condurranno gli spettatori attraverso le immagini della città nei tempi passati, un ricordo indelebile ora a disposizione di tutti a cura della fotografa Patrizia Galliano.

venerdì 19 giugno 2015

"Classic Voice" nel numero di giugno svela il contenuto dell'archivio di Giuseppe Verdi.



"Classic Voice" nel numero di giugno svela il contenuto dell'archivio di Verdi, 5000 mila abbozzi e schizzi del Maestro relativi alle opere da Luisa Miller a Falstaff. Un laboratorio di idee musicali lungo cinquant'anni di creatività verdiana, di cui non si conosceva l'effettiva consistenza e che è stato tenuto sottochiave dagli eredi di Verdi per cento anni, inaccessibile (salvo rare eccezioni) a studiosi, appassionati e verdiani di tutte le latitudini. La nostra inchiesta fornisce l'elenco completo dei manoscritti e racconta la storia di questo archivio; ma vuole soprattutto contribuire a superare l'anomalia di un lascito musicale così importante che resta di fatto segretato, mentre quello di tutti gli altri grandi compositori (Bach, Beethoven, Wagner, Mozart, Debussy e molti altri, come documentiamo in dettaglio) è a disposizione della comunità musicale. Spero che questa iniziativa incontri il tuo interesse, insieme con le altre che annunciamo in questa newsletter.