martedì 31 marzo 2015

VACANZA STUDIO (IN MUSICA) TRA LONDRA E DINTORNI CON IL SIPARIO MUSICALE.



Tra Londra e Glyndebourne, tra i recital di pianoforte di Daniel Barenboim e la Carmen di Bizet,
Il Sipario Musicale firma uno dei suoi più imponenti viaggi del 2015 (29 maggio - 3 giugno)
in concomitanza con il Ponte per la Festa della Repubblica


 Cosa c'è di meglio di un viaggio stimolante e nel contempo rilassante, che appaghi il fisico e la mente, che riesca a conciliare le proprie passioni culturali e l'interesse verso alcune tra le più affascinanti mete d'Europa? La risposta, o meglio, le risposte del Sipario Musicale sono tutte racchiuse in un unico, straordinario Viaggio a Londra e Glyndebourne (29 maggio - 3 giugno 2015), dove splendide location, eventi eccezionali e interpreti di grido renderanno indimenticabile anche questa ennesima proposta firmata dal tour operator italiano leader nei viaggi musicali.
Per l'occasione, si rinnova ancora una volta la collaborazione con Carla Moreni, stimato critico del Sole 24 Ore, che nel suo ruolo di “Virgilio musicale” guiderà i clienti del Sipario Musicale alla scoperta della storia, delle curiosità e delle vicende legate alle musiche in programma durante ogni singolo appuntamento musicale.

lunedì 30 marzo 2015

Il Sindaco Decaro interviene sulla spinosa vicenda dell'Orchestra Sinfonica Metropolitana di Bari.


Il sindaco della Città metropolitana di Bari, Antonio Decaro (nella foto), a seguito dell’incontro avuto lo scorso 23 marzo con il Ministro per la Funzione pubblica, Marianna Madia, ha inviato alla stessa, in data odierna, una lettera evidenziando la necessità di “un intervento normativo urgente” sulla complessa vicenda dell’Orchestra sinfonica dell’ex Provincia di Bari, ora nella competenza della Città Metropolitana. La compagine musicale è composta, attualmente, da 32 professori, dipendenti dell’Ente con contatto a tempo indeterminato regolato dalle norme dettate dal vigente Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro per il personale delle fondazioni lirico sinfoniche. Il combinato disposto dei commi 44 e 85 della Legge 56/2014 (Legge Delrio), però, non prevede, tra le funzioni fondamentali attribuite alla Città Metropolitana, quelle dell’attività musicale e soprattutto sinfonica.

Mercoledì 1° aprile conferenza stampa della "Festa Medievale" della Vidua Vidue 2015



Sala Giunta del Comune di Bari
Mercoledì 1 aprile, ore 11

Conferenza stampa di presentazione della

 Festa medievale della “Vidua Vidue” 2015 

CONZASIEGGE, il compact disc della Digressione Music in uscita a Pasqua.



CONZASIEGGE è l’espressione dialettale molfettese con cui s’individua un antico mestiere: colui che riparava le sedie. Dal ‘canto’ di chi richiamava l’attenzione al suo passaggio, prende il titolo una tra le più famose marce funebri di Vincenzo Valente (1830-1908). Cominciata con la processione dell’Addolorata, la Settimana Santa si caratterizza anche per le processioni dei Misteri e dei Santi e le marce funebri sono l’accompagnamento ideale di queste manifestazioni popolari di fede e tradizione.
Ma l’accompagnamento della banda costituisce solo uno degli esempi tipici di questa tradizione; le marce funebri suonate con mandolini e chitarra sono state una caratteristica molfettese degli anni ’30.
Infatti, tra gli animatori della vita musicale a Molfetta degli anni ’30 c’erano Damiano Lisena e Sabino Andriani, simboli di un dilettantismo musicale capace di assimilare in maniera originale gli statuti estetici e le modalità organizzative del coevo professionismo musicale. Il “Quartetto Lisena”, che poteva vantare nel proprio curriculum anche registrazioni radiofoniche presso la sede regionale dell’EIAR (antesignana della odierna RAI), offriva al proprio pubblico un repertorio ben lontano dagli stereotipi che soffocano ancor oggi la dignità degli strumenti a plettro e che invece comprendeva riduzioni operistiche, quartetti di Brahms, Beethoven, Mozart, marce sinfoniche e i “ballabili” all’epoca tanto in voga presso i salotti della provincia.

domenica 29 marzo 2015

Stasera Michele Mariotti dirige il concerto dell'Orchestra del Comunale di Bologna. In programma musiche di Richard Strauss, Mozart e Brahms.


Ora ti schiudi splendida e adorna, inondata di luce, come un miracolo dinanzi a me”; sono le parole di Hermann Hesse con cui Richard Strauss racconta l’esplosione della primavera nel primo del suoi Quattro ultimi Lieder, in programma nel concerto dell'Orchestra del Teatro Comunale di Bologna di domenica 29 marzo alle 20.30 al Teatro Manzoni.
Sul podio Michele Mariotti (nella foto), Direttore Musicale del Teatro Comunale di Bologna, reduce dai recenti successi della prima esecuzione nella storia del Metropolitan di New York della Donna del lago di Rossini e in ambito concertistico con i Münchner Symphoniker e il violinista Ray Chen a Monaco di Baviera. Con lui il soprano messicano Maria Katzarava, già protagonista al Covent Garden di Londra, alla Scala di Milano, al Grand Théâtre de Genève e alla Grand Opera di Miami.

Il noto pianista barlettano Pasquale Iannone in recital per la Camerata Musicale Barese.


Un pianista  di caratura internazionale si esibirà il 13 aprile al Teatro Showville per la
73ª Stagione  ”Excellent” della Camerata Musicale Barese: Pasquale Iannone (nella foto), che, giovanissimo fu elogiato da Aldo Ciccolini. Il programma è  dedicato alla Vienna dell’800 tra il serio ed il faceto con composizioni  di Schubert, Brahms, Friedman e Rosenthal.
Di Schubert in particolare la “Sonata in la minore D 784” (op. 143)  la cui ultima esecuzione per la Camerata risale al 1969  ad opera di Maurizio  Pollini. Nella seconda parte, il “faceto”, figurano compositori come Johann e Joseph Strauss, Schulhof, Friedman, Gartner e Rosenthal.

La Città Metropolitana di Bari celebra l’VIII^ Giornata Mondiale della Consapevolezza sull’Autismo: iniziative nell’istituto “Calamandrei” e nella sala del colonnato



Domani, lunedì 30 marzo 2015, la Città metropolitana di Bari, con il Servizio Politiche Sociali, celebrerà, con un doppio appuntamento, l’VIII^ Giornata Mondiale della Consapevolezza sull’Autismo, istituita dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite. 
A partire dalle 9.30 presso l’Auditorium dell’I.T.C. “Piero Calamandrei” (via San Gaspare del Bufalo, 1 Bari-Carbonara) si svolgerà l’iniziativa “I Linguaggi dell’Arte” che vedrà diversi ragazzi protagonisti di performance musicali, canore e teatrali, attività laboratoriali,  esposizioni di dipinti, fotografie, fumetti e manufatti artistici. La mattinata sarà aperta dai saluti di Giuseppe Valenzano, consigliere metropolitano delegato alla “Promozione e Coordinamento dello Sviluppo Sociale, Servizi alla persona, lavoro e formazione professionale”, Vito Lacoppola, consigliere metropolitano delegato alla “Programmazione  della rete scolastica del territorio metropolitano”, Nicola Acquaviva, Presidente IV Municipio Carbonara-Ceglie-Loseto, e Gaetano Scotto, dirigente scolastico dell’I.S.S. “E. di Savoia- P. Calamandrei”. 

Serena Brancale in concerto al Teatro Forma il prossimo 24 aprile.




Venerdì 24 aprile, in un doppio set alle 20,30 e alle 22,45Serena Brancale (nella foto) si ripresenta per la prima volta, in concerto dal vivo, dopo l'entusiasmante esperienza di Sanremo 2015. E lo farà nella sua città, al Teatro Forma di Bari (via Fanelli 206/1), per presentare live il suo disco d'esordio dal titolo «Galleggiare» (Warner Music Italy). Sarà un progetto artistico in linea con il prodotto discografico: interverranno anche il percussionista Cesare Pastanella, 8 archi e altri 4 percussionisti, per un concerto che si preannuncia scoppiettante. Biglietti in vendita al botteghino del Teatro Forma (080.501.81.61), al Box Office Feltrinelli di Bari e su www.bookingshow.it.

sabato 28 marzo 2015

Alessandro Cadario dirige il prossimo concerto del teatro Petruzzelli.


Mercoledì primo aprile alle 20.30 è in cartellone un nuovo appuntamento della Stagione Sinfonica 2015 della Fondazione Lirico sinfonica Petruzzelli e Teatri di Bari. Sul podio dell’Orchestra il maestro Alessandro Cadario, maestro del Coro Franco SebastianiSolisti: Maria Katzarava (soprano), Natalia Gavrilan (mezzosoprano), Enea Scala (tenore), Mirco Palazzi (basso). In programma:
Ouverture dall’opera “Démophoon”, Sinfonia n.8 in si minore D 759 “Incompiuta” di Franz Schubert, Stabat Mater per soli, coro e orchestra di Gioachino Rossini.

"La Settimana Santa" secondo la Camerata Musicale Barese.


Il “TeatroDanza Mediterraneo” della Camerata Musicale Barese presenterà il 3 aprile venerdì al Teatro Petruzzelli per la 73ª Stagione “Excellent” un Evento ispirato alla Settimana Santa del
“RBR Dance Company”: si tratta di una co-produzione  con la stessa Camerata Musicale e  di una prima nazionale.
Titolo: “The Man – The Passion of The Christ”. La regia è firmata da Cristiano Fagioli, che è anche il coreografo insieme a Cristina Ledri e con la collaborazione della Compagnia. Musiche di Debney, Jablonsky, Armstrong, Todesco, Takkenberg, Gabril. Voce narrante  Paolo Valerio.
Danzano Cristina Ledri, Alessandra Odoardi, Ylenia Mendolicchio, Elena Borile, Chiara Pagano, Leonardo Cusinato, Daniel Ruzza, Jonathan Castillo e Marco Mantovani.

"Una triade immortale per la Stagione sinfonica di Frosinone. Successo caloroso." di Elena Dandini


Ancora una “triade immortale”, Rossini, Mozart e Beethoven , per la stagione di Musica Classica 2015 organizzata dal Comune  e dal Conservatorio “Licinio Refice” di Frosinone.  Immensi nella loro diversità  eppure così vicini nella collocazione temporale delle loro composizioni  che sono state eseguite questa sera al Teatro Nestor  dall’Orchestra Sinfonica del Conservatorio  con la direzione del M°  Giorgio Proietti.

venerdì 27 marzo 2015

Giovanni Rinaldi dirige l'Orchestra Sinfonica Metropolitana di Bari domani sera a Modugno.



ORCHESTRA SINFONICA METROPOLITANA DI BARI


Direttore d'orchestra 
GIOVANNI RINALDI


Chiesa Matrice - Modugno
Sabato 14 marzo - ore 20.00

Sabato 14 marzo, alle 20,00, nella Chiesa Matrice di Modugno, l'Orchestra Sinfonica Metropolitana di Bari prosegue il suo cartellone 2015 con un concerto che vedrà protagonista sul podio il direttore d'orchestra barese Giovanni Rinaldi (nella foto): in programma l'Ouverture da Don Giovanni di Wolfgang Amadeus Mozart, la Sinfonia n. 104 in re maggiore di Franz Joseph Haydn e la Sinfonia n. 2 in si bemolle maggiore di Franz Schubert. Ingresso libero.

Stasera a Santa Teresa dei Maschi il Duo Kuhn-Della Rosa si esibisce per Mirarte.


Venerdì 27 marzo, alle 21, all'Auditorium S. Teresa dei Maschi di Bari (città vecchia) prosegue la stagione concertistica 2015 di Mirarte con un recital da camera di grande pregio: sul palco saliranno la violoncellista tedesca Jessica Kuhn (nella foto) e il pianista barese Onofrio Della Rosa. L'impaginato programma sarà costituito da musiche che, partendo dal romanticismo, giungerà al '900 di Astor Piazzolla. Il Duo eseguirà anche brani di Fanny Mendelssohn Hensel, Ludwig van Beethoven e Robert Schumann.
 Ingresso libero per gli under 25 e gli over 65Infotel: 345.949.54.23

giovedì 26 marzo 2015

Domani sera "Le Ultime Sette Parole di Cristo sulla Croce" di Haydn a Firenze



Fondazione Scuola di Musica di Fiesole O.N.L.U.S.
Chiesa Episcopale Americana di St. James, Via Bernardo Rucellai 9 Firenze
Venerdì 27 marzo 2015 ore 21.00.

Concerto di Pasqua
Antonello Farulli voce recitante
Quartetto Mitja
Giorgiana Strazzullo violino
Sergio Martinoli violino
Carmine Caniani viola
Alessandro Mazzacane violoncello

Franz Joseph Haydn
Le ultime sette parole di Cristo sulla Croce

mercoledì 25 marzo 2015

Il regista polacco Andrzej Wajda ha tenuto una Masterclass al Petruzzelli per il Bif&st 2015


“Il lungo buio di 'Katyn' prima dei titoli di coda era necessario per poter in silenzio salutare le migliaia di vittime di quell'eccidio”. Così Andrzej Wajda (nella foto), regista cinematografico e teatrale, a conclusione della proiezione al Bari Film Fest del suo capolavoro del 2007 incentrato sulla strage di ottomila ufficiali polacchi da parte della polizia segreta di Stalin nella foresta di Katyn, vicino Smolensk, nel 1940. In quel tragico evento, che Mosca ammise solo cinquanta anni dopo, al termine della guerra fredda, morì anche il padre del regista. Furono uccisi con pallottole tedesche, che la Germania aveva dato alla Russia con cui in quel momento aveva ancora buoni rapporti. Da qui la lunga menzogna del Cremlino, fino alla scoperta delle fosse comuni da parte dei nazisti che tre anni dopo invasero l'Unione Sovietica. “Ho fatto questo film – ha spiegato il regista polacco – non solo perché lì morì mio padre, ma perché mi è sempre rimasto dentro il ricordo di quando, teenager, guardavo la disperata e inutile ricerca di mio padre da parte di mia madre. 'Katyn' vuole essere un omaggio a quelle donne, ferite profondamente, sole ma coraggiose”. Una pagina di storia polacca che nel quasi novantenne regista, pluri-premiato in tutto il mondo, suscita tante domande, storiche e culturali. “Perché – si domanda – ucciderli e non invece solo catturarli? Perché questo eccidio non ha, ancora oggi, riflesso nella letteratura polacca?”.

Concorso di Danza Classica e Contemporanea al Teatro Showville di Bari


Dal 27 al 29 marzo p.v. si svolgerà a Bari nel teatro Showille, il "Concorso Internazionale di Danza Classica e Contemporanea" che terminerà con la premiazione finale il 30 marzo al teatro Petruzzelli alle ore 20.30, alla presenza della grande Carla Fracci (nella foto), indiscussa étoile della danza mondiale.  Lo scopo è quello di promuovere giovani talenti nel campo della danza e della coreografia, ospitando più di 150 concorrenti provenienti dall’Italia, dal Giappone, Stati Uniti, Gran Bretagna, Serbia, Ucraina e dalla Romania.      

Un Vinitaly da ricordare quest'anno a Verona: 50 mila visitatori!


È un Vinitaly, questo del 2015, che si farà ricordare. Un successo di pubblico, visitatori, operatori e stampa in un padiglione tanto grande eppure che per quest'edizione è sembrato piccolo. Perchè l'afflusso è stato superiore alle aspettative raggiungendo numeri che non si ricordavano, oltre 50 mila visitatori, impegnando gli espositori in un positivo tour de force di contatti, business, presentazioni e tanto altro.

"Dedicato a..." la rassegna primaverile della Camerata Musicale Barese torna dal 9 aprile al 15 maggio.


Torna “Dedicato a..”, la  rassegna primaverile della Camerata Musicale Barese, che intende promuovere e valorizzare la nuove energie concertistiche della Puglia e del Centro Sud. L’edizione 2015 è intitolata appunto “Giovani di Belle Speranze” ovvero “Piccoli Geni crescono” anche se non mancano concertisti più affermati. Quest’anno il programma prevede 5 appuntamenti, tutti, come sempre all’Auditorium Vallisa, tra il 9 aprile ed il 15 maggio.

martedì 24 marzo 2015

Il grande regista italiano Ettore Scola si "confessa" al Bif&est di Bari.


“Esattamente 120 anni fa, nasceva il cinema ad opera dei fratelli Lumière. Come sarebbe stato il XX secolo senza il cinema, e chi sarebbe stato Ettore Scola senza il cinema?” Con questi quesiti, il critico Enrico Magrelli introduce la master class di Ettore Scola al Teatro Petruzzelli di Bari.
Il regista di Una giornata particolare fa un excursus sulla storia della Settima Arte: “Fin da subito si affermarono due filoni ispirativi differenti del modo di fare cinema: da un lato troviamo i Lumière che rappresentavano la realtà, e dall’altro lato c’era Méliès che con Viaggio nella luna ha inaugurato il cinema di fantascienza”. “Il cinema – continua Scola – iniziò tra grandi diffidenze. Gli intellettuali lo accolsero con disinteresse, in Russia Majakovskij affermò che non si trattava di uno spettacolo ma di una concezione di vita”. Ettore Scola risponde, dunque, alle domande iniziali: “Senza il cinema, al pubblico  sarebbe mancata una fonte d’idee, di dubbi e sarebbe stata più vuota tutta l’umanità. Se non avessi fatto il cinema – prosegue il regista – forse avrei fatto il calzolaio o il falegname”.

Il grande baritono Ambrogio Maestri torna il 28 marzo a Salisburgo nella "Cavalleria Rusticana".


Dopo lo straordinario successo al Festival di Salisburgo del 2013, dove è stato protagonista del Falstaff che ha segnato le celebrazioni del bicentenario verdiano, il baritono italiano Ambrogio Maestri (nella foto) torna nella città austriaca per l'edizione 2015 del Festival di Pasqua. Sabato 28 marzo alle ore 18 sale sul palco della Grösses Festspielhaus per interpretare il ruolo di Compare Alfio nella Cavalleria rusticana di Pietro Mascagni, con la Sächsische Staatskapelle Dresden diretta da Christian Thieleman, la regia di Philipp Stölzl e Jonas Kaufmann nel ruolo di Compare Turiddu.
Dopo il mio debutto nel ruolo di Compare Alfio al Metropolitan di New York, con la regia di Franco Zeffirelli, ho affrontato Cavalleria rusticanamolte volte, anche a Vienna. Mi emoziona molto, però, poter tornare a Salisburgo due anni dopo l'esperienza del Falstaff che mi vide debuttare al Festival estivo.

Il prossimo 2 aprile l'Orchestra dell'Accademia di Berlino sarà ospite dell'Associazione "Mozart Italia" di Rovereto.


Giovedì 2 aprile 2015, il TEATRO ZANDONAI di Rovereto ospiterà un IMPORTANTE CONCERTO STRAORDINARIO promosso dall’AMI in collaborazione con il Comune di Rovereto e l’AKADEMISCHES ORCHESTER BERLINFondata nel 1908, l’AOB ha una nobile storia e tiene viva una grande tradizione. Regolarmente tiene concerti presso la famosa Philharmonie di Berlino ed è protagonista di tournée in tutto il mondo. Molti musicisti, oggi famosi, hanno iniziato la loro carriera artistica con l’Orchestra  Accademica di Berlino.
Direttore, PETER ADERHOLD - Violino solista, SUYEON KANG (australiano-coreana nata nel 1989).
Per prenotazioni e per informazioni: infoami@mozartitalia.org

"Da un dito...a 18 pianisti su un pianoforte" con i 18 Piano Heroes di Angela Montemurro il prossimo 29 marzo al Nicolaus Hotel di Bari.


Domenica 29 Marzo, 2015, alle ore 21, presso il Salone Congressi del Nicolaus Hotel di Bari (ex Sheraton), si terrà il  Concerto degli  “Angela Montemurro 18 Piano Heroes ”, dal titolo ”Da un dito…a 18 pianisti su un pianoforte”. In una serata che si prevede intrigante e divertente saranno interpretati  dal gruppo, che si autodefinisce una “orchestra di pianisti”, brani di Mozart, Haydn, Rachmaninoff,  Saint-Saens, Scriabin, scritti o riscritti per due, tre, quattro esecutori,  su uno o due pianoforti, fino ad arrivare alle performances  dei 18 pianisti su un pianoforte, con musiche di Bach, Rossini, Lavignac. I pianisti, reduci dalla partecipazione come ospiti d’onore a “ I fatti Vostri” di Rai 2, sono tutti allievi o ex allievi del Conservatorio Piccinni nella classe di Angela Montemurro, e, guidati dalla loro docente, trascrittrice del repertorio per i “18 Eroi”, hanno ricevuto nel Novembre 2014 l’ambitissimo  Certificato del World Guinness Record.

ALLA CORTE DELLO ZAR (ITALIANO) DELLA GRANDE MUSICA.



Due concerti dei Wiener Philharmoniker diretti da Riccardo Muti e un balletto al Teatro Bolšoj
sono gli ingredienti principali dell'affascinante Viaggio a Mosca firmato dal Sipario Musicale
in occasione delle grandi festività della Liberazione e del 1° maggio (23 aprile - 3 maggio 2015).

È italiano lo “zar” della grande musica che in occasione del lungo ponte per le festività della Liberazione e del 1° maggio infiammerà le notti artistiche del Palazzo del Cremlino in occasione del Viaggio a Mosca organizzato dal Sipario Musicale (23 aprile - 3 maggio 2015).
È cresciuto professionalmente a Napoli, prima di trasferirsi a Milano, città in cui​ ha ricoperto a lungo il ruolo di direttore musicale del Teatro alla Scala. Si chiama Riccardo Muti ed è un cittadino del mondo, sempre in prima fila là dove arriva il richiamo dell'establishment internazionale della cultura: attualmente dirige l'Orchestra Giovanile Luigi Cherubini – da lui fondata nel 2004 – e dal 2010 è Music Director della Chicago Symphony Orchestra.

lunedì 23 marzo 2015

"L'ombra illuminata. Donne nella musica", progetto di ricerca curato dal Conservatorio di Milano mercoledì prossimo a Casa Giannini.


Mercoledì 25 marzo ospitiamo un interessante incontro con Angela Annese e Orietta Caianello, del Conservatorio di Bari, a colloquio con Pinuccia Carrer del Conservatorio "Verdi" di Milano. Il progetto si articola in due appuntamenti dal titolo "L'ombra illuminata. Donne nella musica". "L'ombra illuminata" è il titolo di un progetto di ricerca e di produzione musicale dedicato alla presenza delle donne nella storia della musica occidentale degli ultimi due secoli. Una presenza che in modo pregnante e significativo si è manifestata in ogni campo dell'attività musicale - dalla composizione all'interpretazione, dalla didattica agli studi teorici - e tuttavia, in misura forse ancora maggiore che in altre forme di espressione artistica, è rimasta oscurata nel cono d'ombra dell'oblio.

SASHA ROZHDESTVENSKY DEBUTTA CON L’ORCHESTRA RAI DIRETTA DA ANDREY BOREYKO.


Definito dal grande Yehudi Menuhin “uno dei più talentuosi e raffinati violinisti della sua generazione”, debutta con l'Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai il giovane russo Sasha Rozhdestvensky, già protagonista con orchestre come la Boston Symphony, la London Symphony o la Philharmonique de Radio France. Giovedì 26 marzo alle 21, all'Auditorium Rai “Arturo Toscanini” di Torino, propone il Concerto in la minore op. 82 per violino e orchestra di Aleksandr Glazunov, che ha anche inciso insieme al Primo concerto di Šostakovič. L'opera, molto esigente nella parte solistica, è nata nel 1904 con un'evidente vocazione romantica, unita a un carattere spiccatamente russo.

La celebre pianista Maria Joao Pires suona a Monfalcone.


Ospite della stagione musicale del Teatro Comunale, giovedì 26 marzo arriva a Monfalcone una vera e propria leggenda del pianoforte del nostro tempo, Maria João Pires (nella foto), che per il suo primo concerto monfalconese ha scelto di condividere il palcoscenico con il giovane pianista Julien Brocal, che si sta perfezionando alla sua scuola presso la Chapelle Musicale Reine Elisabeth di Waterloo, in Belgio. Il concerto rientra, infatti, nel progetto “Partitura” che, nell’ottica di creare una dinamica reciproca fra artisti di diverse generazioni, vedrà la Pires esibirsi con alcuni dei suoi studenti nelle più prestigiose sale da concerto europee.
Il programma della serata è specularmente organizzato su due punti di interesse: due sonate di Beethoven (Les Adieux e l’ultima sonata) e una prima parte dedicata all’accostamento Debussy-Ravel, con l’esecuzione delle celebri suite Pour le piano di Debussy e Miroirs di Ravel.

A colloquio con il regista Costa Gravas al Bif&est 2015 di Bari.


“Tutto il cinema è politico, anche un film d'azione che mostra eroi che salvano il mondo con una pistola. Non puoi non farti coinvolgere in ciò che avviene attorno a te: non prendendo una decisione, in realtà già ne prendi una. Se rifiuti la politica, rifiuti in realtà di relazionarti con molta gente. La peggior cosa in una società è l'individualismo”. A parlare oggi al Teatro Petruzzelli è il maestro Costa-Gavras, che il Festival del cinema di Bari ha deciso di onorare con la consegna da parte della Fipresci del Platinum Award. Preceduta dalla proiezione di “Amen” (2002), la Lezione di Cinema del regista, sceneggiatore e produttore greco, naturalizzato francese, è stata una riflessione sul rapporto che ognuno di noi deve avere con il mondo circostante. Il suo interesse è nella “piramide del potere” e nelle relazioni umane distrutte dalla globalizzazione o dal fanatismo religioso e non. “Credo che quello creato dall'Isis sia un mondo di tiranni – ha detto Costa-Gavras – mi piacerebbe girare una storia che ne indaghi le origini e le basi culturali. Oggi però si tende a fare degli arabi tutta un erba un fascio, vedi in Francia con Marine Le Pen - ha aggiunto – mentre la quasi totalità degli arabi non è estremista. In democrazia il potere esiste per difendere la libertà di ognuno”. A proposito di “Amen” (con il poster di Oliviero Toscani che suscitò violente polemiche in Italia con la sua croce che si trasformava in una svastica) il regista ha precisato che il film “non voleva essere un attacco alla Chiesa, ma a Papa Pio XII, e alla Curia, per il loro silenzio, per non aver denunciato pubblicamente i crimini efferati delle SS”. “La resistenza ai soprusi – ha poi sottolineato - è la cosa più importante”.  

"Les Ballets Trockadero de Montecarlo" si esibiscono a "Matera in Musica" il 26 marzo.


Da quaranta anni stupiscono il pubblico dei più prestigiosi teatri del mondo, con una idea unica e straordinaria: portare sul palcoscenico una esilarante parodia del balletto classico, quello con tante ballerine che, in immacolati tutù, ballano in punta di piedi.
Solo che loro non sono ballerine, ma sedici ballerini uomini che danzano “en travestì”: sono Les Ballets Trockadero de Montecarlo, la più irriverente e divertente e spassosa compagnia di danza del mondo!
I Trocks, così vengono chiamati tra gli addetti ai lavori e dai loro innumerevoli fan, sono l’unica compagnia al mondo formata da ballerini uomini, grandi professionisti con una solida formazione classica ottenuta con anni e anni di studio nelle più prestigiose scuole di danza a livello internazionale.
Tutti hanno adottato un “nome d’arte” che ironicamente richiama quello di un importante protagonista della danza mondiale, e in scena calzano scarpette da danza numero 45 e indossano costumi sgargianti ed enormi tutù. 

Mafalda Arnauth si esibisce con la sua Band il prossimo 25 marzo all'Auditorium Tatà di Taranto


Cresce l’attesa per l’appuntamento tarantino con la nuova e affascinante regina del Fado portoghese: Mafalda Arnauth (nella foto), in concerto con la sua straordinaria band il prossimo mercoledì 25 marzo presso l’Auditorium Tatà, alle ore 21,00 precise. Stefano Bollani l’ha fortemente voluta come ospite speciale dell’ultima puntata del suo celebrato programma televisivo “Sostiene Bollani”: lei, Mafalda Arnauth, è la nuova protagonista del fado e anche in Italia, dove è molto acclamata e seguita, è in tournée per presentare il suo bellissimo album “Terra da Luz”. Portoghese di Lisbona, agli inizi Mafalda non pensava di intraprendere la carriera artistica, sebbene per lei cantare sia sempre stata una esperienza intensa e profonda, sin da bambina.

A colloquio con Jean-Jacques Annaud al Bif&st.


“Utilizzando il sistema 3D il regista si trasforma in uno scultore, mostrando un viso che si avvicina all'occhio dello spettatore, come se fossimo noi stessi all'interno di un acquario, ma dobbiamo utilizzarlo non commercialmente, per colpire lo spettatore, ma a servizio della storia narrata. È un sistema di riprese molto efficace per le scene di intimità o per dare emozione ad un oggetto particolare. "Molti registi oggi non amano il 3D, ma l'ho scelto, per esempio in ''L'ultimo lupo” per creare maggiore intimità con gli animali, per meglio coinvolgere lo spettatore in un sentimento di condivisione delle emozioni del lupo”. Così il regista francese Jean-Jacques Annaud, che in serata riceve il Platinum Award dalla Fipresci, sollecitato da Michel Ciment, ha sottolineato il suo inalterato amore per la tecnologia e nuovi linguaggi visivi, umani e culturali che sono alla base de “L'ultimo lupo”, che verrà presentato stasera in anteprima al Teatro Petruzzelli di Bari, nel corso della sesta edizione del Bif&st.

Il prossimo 30 marzo la Biblioteca per lo sviluppo del Paese: tra economia e welfare.


Le best practice italiane  saranno le protagoniste del  XVII workshop di Teca del Mediterraneo. L’evento, dal titolo “La biblioteca per lo sviluppo del Paese: tra economia e welfare”,  avrà luogo lunedì  30 marzo,  alle ore 9, all’Hotel         Palace di Bari (via Francesco Lombardi, 13).

domenica 22 marzo 2015

Il Festival Internazionale "ANIMA MEA" inizia il 24 marzo in Puglia.


Sette raffinati concerti dedicati alla Pasqua e al repertorio europeo da camera del XVIII secolo, con un’incursione nella Russia del Novecento«Anima Mea», il festival internazionale di musica antica diretto da Gioacchino De Padova, si propone a Bari e provinciadal 24 marzo al 18 aprile, in un’inedita versione «Primavera», preludio all’edizione 2015 prevista tra settembre e ottobre con un calendario di ben diciotto appuntamenti. Protagonisti di questa «costola» itinerante a cavallo delle festività pasquali, l’orchestra baroccaOrfeo Futuro, la Cappella Corradiana e Villa Barocca, trio di giovani musiciste russe di grande talento. Tre i programmi che si alterneranno lungo i sette concerti, il cui inizio è previsto alle ore 21 con ingresso libero.

Ieri ha preso il via con un clamoroso "sold out" il Bif&st 2015 a Bari


Tutto esaurito per la prima giornata del Bif&st 2015 e grande successo per la master class di Alan Parker, che stasera riceverà il 90 Fipresci Platinum Award (in allegato le motivazioni del premio e un resoconto della lezione). Iniziata oggi anche la sezione di Cinema per le scuole dedicata quest'anno al maestro Rosi (in allegato comunicato).Domani, domenica, la giornata è dedicata a Jean-Jacques Annaud che alle 11.30 terrà la master class al Petruzzelli e in serata riceverà il 90 Fipresci Platinum Award prima della proiezione del suo ultimo film L'ultimo lupo.
Lunedì 23, sarà Costa-Gavras il protagonista della master class delle 11.30. In serata, riceverà il 90 Fipresci Platinum Award prima della proiezione di Ex_Machina di Alex Garland.

sabato 21 marzo 2015

Domani parte un ciclo di incontri musicali organizzato da "Nel Gioco del Jazz" e curato da Roberto Ottaviano.


Parte domani domenica 22 marzo una nuova iniziativa targata "Nel Gioco del Jazz", l’associazione barese affidata alle cure artistiche di Roberto Ottaviano (nella foto). “Strumenti per fare musica e loro protagonisti", il titolo del progetto, che prevede un ciclo di nove incontri con ascolto audio e supporto video ed esempi live. Appuntamenti tematici sugli strumenti musicali, protagonisti nella musica jazz e testimonianze delle nostre eccellenze.

Ieri il pianista Mirko Signorile ha presentato il suo ultimo CD al Teatro Forma.



Venerdì 20 MARZO, ore 21 
TEATRO FORMA - BARI

MIRKO SIGNORILE 
Presenta il nuovo album SOUNDTRACK CINEMA
PIANO SOLO
(Auand “piano series” - Distribuzione Goodfellas
)

IN ALLEGATO COMUNICATO e FOTO

Riconosciuto come uno dei pianisti e compositori italiani più apprezzati nel panorama musicale contemporaneo, Mirko Signorile, (a distanza di due anni da Magnolia), venerdì 20 marzo, ore 21, ritorna sul palco del teatro Forma di Bari, e presenta in prima nazionale “Soundtrack Cinema”: il nuovo album in piano solo. In uscita il primo giorno di primavera per l’etichetta Auand “piano series”.
“Soundtrack cinema”, il titolo lo suggerisce, è un omaggio di Signorile al mondo del cinema e soprattutto una dichiarazione d’amore per la musica da film. Qui, Mirko ‘insegue’ visioni ed immagini e, attraverso gli undici brani del disco, le condensa in musiche di confine che parlano un linguaggio intimo ed universale: il distillato dell’esperienza compositiva dell’artista, sempre originale che lascia intravedere i colori di un pianismo europeo.

Il Messiah di Haendel diretto da Karl Martin sarà eseguito la sera del Venerdì Santo a Roma.


Il Messiah di Georg Friedrich Haendel sarà eseguito la sera del Venerdì santo (3 aprile) alle 21.00 nell'Auditorium della Conciliazione (via della Conciliazione 4)  dal Coro "Goffredo Petrassi" e dall'Orchestra Roma Sinfonietta diretti da Karl Martin (nella foto)I solisti saranno il soprano Marta Vulpi, il contralto Chiara Onorati, il tenore Carlo Putelli e il basso Davide Malvestio. Il concerto è realizzato con il sostegno dell'Unversità Roma Tor Vergata e della Banca di Credito Cooperativo di Roma. Questo oratorio, composto in gran fretta in appena venti giorni ed eseguito per la prima volta a Dublino nel 1742, è oggi universalmente noto ed è considerato uno dei più grandi capolavori della musica sacra di ogni tempo. Il suo testo consiste in un'ampia riflessione sulla figura di Gesù Cristo come Messia e consiste in alcune profezie tratte dall'Antico Testamento e in ampie citazioni dei Vangeli. Il brano più celebre è l'Alleluja: in Gran Bretagna il pubblico si alza sempre in piedi quando l'ascolta. Si dice che questa tradizione iniziò quando il re Giorgio II, sentendo questo coro per la prima volta, ne fu talmente colpito da balzare in piedi, seguito da tutti gli altri.

La cantante Noa è tornata ieri a Matera, la Città dei Sassi.


Un grande ritorno nella Città dei Sassi: la cantante israeliana Achinoam Nini, nota in un tutto il mondo come Noa (nella foto), torna a cantare al Teatro Duni di Matera, con l’Orchestra ICO Magna Grecia, diretta da Piero Romano, e il chitarrista Gil Dor.
Il concerto con Noa “Love Medicine” della Stagione concertistica “Matera in Musica” 2014-2015 di Festival Duni e Orchestra della Magna Grecia, un grande evento reso possibile dal main sponsor Pegeout Lion Service di Matera, si è tenuto ieri, venerdì 20 marzo (inizio ore 21.00) al Teatro Duni di Matera; biglietti al botteghino platea € 27.00 e galleria € 15.00, più 1 € di prevendita presso Cartolibreria Montemurro, Via delle Beccherie n.69 a Matera, Tel. 0835/333411 – cell. 392.9199238 (www.orchestramagnagrecia.it).

Domenica 22 marzo si aprirà la rassegna organizzata da Mediballet, l'associazione delle compagnie di danza pugliesi.


La rassegna, organizzata dall’Associazione “Mediballet” ha la finalità di promuovere la conoscenza di compagnie pugliesi attraverso spettacoli e laboratori coreografici. “Mediballet” nata nel 2008 e diretta da Grazia Emiliana Di Giovine, opera prevalentemente sul territorio pugliese promuovendo l'arte tersicorea con numerosi allestimenti che spaziano dal repertorio classico a quello moderno.
La 3° edizione della rassegna “Weekendance” si snoda attraverso due appuntamenti domenicali con la danza, con l'intento di presentare al pubblico un vivace spaccato della più interessante danza pugliese.
La rassegna si aprirà domenica 22 marzo con la partecipazione di due compagnie.  La prima parte è affidata alla Jacovits Ballet diretta da Vito Iacobellis con “La vie en rose”, omaggio alla cantante Edith Piaf che è stata la maggiore “Chanteuse realiste” francese tra gli anni '30 e '60. Vito Iacobellis ha voluto renderle omaggio con un medley di sue canzoni ricordando, con le sue coreografie, i momenti più importanti della sua vita.
 Il secondo spettacolo avrà protagonistala Compagnia Altra Danza diretta da Domenico Iannone con “Galà Altra Danza.