giovedì 30 aprile 2015

La compagnia dei Sonics presenterà il 25 maggio il suo ultimo spettacolo al Petruzzelli.


La compagnia dei “Sonics”  che sono stati tra i primi rappresentanti italiani nel mondo del teatro acrobatico aereo , presenterà il 25 maggio al Petruzzelli  il suo ultimo spettacolo, “ Duum” che rende omaggio ad "Agharta", universo misterioso e leggendario situato nelle viscere della terra.
         Lo spettacolo, creato e diretto da Alessandro Pietrolini  con testi e  regia di  Antonio Villella e dello stesso Pietrolini , è animato da otto acrobati : Claudio Bertolino, Viola Cappelli, Irene Chiarle, Giorgio Richetta,  Micol Veglia, Lucio Rizzi e Federica Vaccaro. Lo spettacolo prevede anche l’intervento di una voce affidata all’attore Antonio Villella .

mercoledì 29 aprile 2015

Concerto del Quartetto d'archi della Scala organizzato dai Lions Club di Monopoli a Conversano domenica 3 maggio.




Trasmettiamo programma e locandina del concerto organizzato dal Lions Club di Monopoli che il prestigioso Quartetto d'Archi della Scala di Milano terrà a Conversano, alle 20.30, presso la Casa delle Arti domenica 3 maggioGli interessati potranno contattare la Sig.ra Margherita Giordano (Presidente Lions Club Monopoli) al numero 338 2271545 per prenotare il proprio posto. 
Costo del biglietto: 10 €
____________

QUARTETTO D’ARCHI DELLA SCALA DI MILANO
Francesco Manara (violino)
Daniele Pascoletti (violino)
Simonide Braconi (viola)
Massimo Polidori (violoncello)

Il Duo pianistico Finamore-Angione si esibisce per gli "Amici della Musica" di Taranto


Il Duo pianistico composto dai giovani pianisti pugliesi Biagio Finamore e Carlo Angione è un emergente gruppo da camera che, incoraggiato dai Maestri Emanuele Arciuli e Angela Montemurro, ha iniziato la sua intensa attività artistica nel 2013.

Il 2 maggio a Mola di Bari il Quartetto d'archi della Scala per la nascita di Orfeo Futuro.


Tra i simboli della cultura musicale italiana nel mondo, il Quartetto d’archi della Scala, la cui rinascita si deve a Riccardo Muti,
 tiene a battesimo «Orfeo Futuro»Rete di festival di musica d’arte sostenuta da Puglia Sounds e comprendente «AgimusFestival»,«Anima Mea»«Ritratti Festival» e «Oriente Occidente»,  manifestazioni che tra luglio e ottobre 2015 esploreranno i linguaggi del suono in quarantaquattro raffinati concerti pensati dai direttori artistici Piero Rotolo, Gioacchino De PadovaMassimo Felici e Sabino Manzo.
Il prestigioso appuntamento con l’ensemble meneghino, composto da Francesco Manara (violino), Daniele Pascoletti (violino), Simonide Braconi (viola) e Massimo Polidori(violoncello), tutte prime parti della Filarmonica della Scala, che nel frangente saranno affiancate dal pianista pugliese Pietro Laera, si terrà sabato 2 maggio, alle ore 21, nel Teatro Comunale Niccolò van Westerhout di Mola di Bari, in occasione della prima delle quattro anteprime in forma di concerto dell’AgimusFestival (info biglietti 368.56.84.12 oppure393.993.52.66).

martedì 28 aprile 2015

Gloria Campaner, la classe cristallina di un purissimo talento.



Si è avvicinata al pianoforte ad appena 2 anni, ha debuttato in un concerto a cinque, ai tempi del Liceo ha fatto parte di un gruppo Ska ed ha continuato a studiare musica classica, cosa che continua a fare tutt'ora, anche 10 ore al giorno, Stiamo parlando di Gloria Campaner, talento assoluto, pianista dalle dita d'acciaio sicure e disinvolte come poche. Del suo concerto di ieri, allo Showville di Mungivacca, potremmo parlare per ore, senza stancarci, nonostante le notorie difficoltà d'ascolto (l'acustica è troppo secca, non permettendo mai uno sviluppo sonoro importante del pianoforte).
La prima parte è dedicata interamente a Robert Schumann, il compositore condannato dalla bipolarità maniaco-depressiva ad una vita d'inferno, fatta di salti in alto verso l'euforia e subito dopo di collassi terribili di lacerante malinconia. Il Kinderszenen e l'Humoreske, rappresentano due esempi di alto grado della sua patologia. La Campaner, con uno stile arguto ed al contempo impetuoso, mette in risalto questi scatti di rabbia, cercando poi disperatamente isole di intimismo purissimo, da accostare a slanci portentosi e sublimi. Uno Schumann contrastato e dialettico come pochi altri e soffertissimo in particolare all'inverosimile nell'Humoreske. Nella seconda parte sono i Russi a prevalere, con il Rachmaninov di Morceaux de fantasie op. 3 e lo Scriabin dello Studio in do diesis minore op. 2 n.1 ed il Poeme op. 72 Vers la Flamme.
Letture  di incomparabile bellezza  e tensione, con un respiro sinfonico di rara potenza negli splendidi accordi offerti. Poi bis in quantità industriale, conclusi dal meraviglioso Clair de lune di Debussy, delicato  e lunare come pochi altri, davvero una poesia di rara eleganza. Ne siamo certi. La Campaner, nativa di Jesolo, costituisce già oggi una solidissima realtà tecnica. E diventerà presto, continuando a studiare così bene, una pianista di luminosissima levatura internazionale, ma, per il momento lasciamola crescere in santa pace. E' solo nata nel 1986...ma ha senza dubbio  ancora tantissimo da dare!

A Casa Giannini torna domani l'appuntamento dedicato alla "Giornata Mondiale della Terra", in occasione dell'EXPO 2015.


Domani, mercoledì 29 aprile torna l'appuntamento annuale dedicato alla "Giornata mondiale della Terra","Armonia del paesaggio, Etica e Musica del paesaggio", a cura di Adriana De Serio e Donato Forenza. Relatori sono i proff. Francesco BellinoGianfranco Megna e Donato Forenza.
L'appuntamento prevede un "Omaggio a Expo 2015 - Il cibo nella musica",
con il Gruppo Strumentale "Nuova Armonia" e un omaggio alla "Magia delle musiche dell'Armenia".

CASA GIANNINI
Via Sparano, 172  BARI
Ingresso libero  Ore 18,30
Infotel 0805246864

lunedì 27 aprile 2015

John Axelrod dopo la Quinta di Gustav Mahler dirige la "Settima sinfonia" con La Verdi a Milano.


Dopo l’esecuzione della Quinta sinfonia di Gustav Mahler, John Axelrod (nella foto) sarà di nuovo sul podio dell’Auditorium di Milano con la Settima sinfonia del compositore boemo, per questa quarta e penultima tappa del viaggio attraverso il sinfonismo mahleriano. “Dopo la Quinta sinfonia, che può essere definita propriamente un ‘canto dell’amore’ – spiega Axelrod - eccoci ‘approdare’ alla elusiva, sfuggente, ineffabile, complessa Settima sinfonia, ovvero il ‘Canto della Notte’. La composizione, che per molti esprime al meglio l’inventiva dell’autore, sarà certamente un’esperienza intensa sia per i musicisti sia per gli ascoltatori; e non esito ad affermare che la conclamata abilità virtuosistica de laVerdi risulterà fondamentale per eseguire un lavoro di tale intensità musicale”.
Il programma ha come sottotitolo “Il canto della notte” la sinfonia forse più esoterica e misteriosa di Mahler: la Settima. Due “musiche notturne” fanno da secondo e quarto movimento. Paradossalmente servono da cordone sanitario fra lo spettrale, anzi infernale “Scherzo” centrale e i due movimenti laterali, il primo con passo di marcia funebre, il finale come rondò più sarcastico che gioioso. Ancora una volta Mahler si sforza di esprimere in musica la sua cognizione del dolore, la sua disperata sindrome da incompreso. Ma, alla prima esecuzione (Praga 1908), l’ovazione entusiasta del pubblico dura ben un quarto d’ora.

Recital di Filippo Balducci il prossimo 5 maggio in Vallisa a Bari.



La rassegna primaverile e giovanile “ Dedicato A..” della Camerata Musicale Barese si concluderà il 5 maggio alla “ Vallisa” con un recital di Filippo Balducci , giudicato un pianista di straordinario intuito, maturità ed immaginazione artistica.
         Gli vengono anche attribuiti un’intelligenza acuta, un impeccabile gusto musicale ed una tecnica raffinata,  che gli consentono di realizzare interpretazioni di estrema bellezza e forza emozionale. Il programma è un omaggio ad Alexander Skrjabin con la “Mazurka” op. 3 n. 7 del 1889, i “24 Preludi” op.11  del 1903 , in prima esecuzione alla Camerata dell’ intera serie,  la “Sonata Fantasia n. 2 in sol diesis min.” op. 19 del 1897, la “Sonata n. 4 in fa diesis magg.” op. 30 del 1903 e la Sonata n. 9 op.68 Messa Nera del 1913. Il Concerto sarà introdotto da Pierfranco Moliterni.

domenica 26 aprile 2015

Il 28 aprile ci sarà Contrepoints, concerto per 2 pianoforti e percussioni al Teatro Forma di Bari.


Contrentre
Martedì 28 aprile 2015 - ore 21 - Teatro Forma Bari
Concerto per 2 pianoforti e percussioni

Gemma Dibattista – Marilena Liso, pianoforti
Filippo Lattanzi - Enrico Donateo, percussioni
Ancora un'incursione nella musica classica per l'associazione Nel Gioco del Jazz. Martedì 28 aprile, infatti, sarà presentato al pubblico il recital Percussive Contrepoints. Un accattivante concerto che vedrà sul palco il dialogo tra le due pianiste, Gemma Dibattista e Marilena Liso e i due percussionisti, Filippo Lattanzi ed Enrico Donateo.
Gli artisti si cimenteranno in un viaggio musicale tra due mondi apparentemente distanti tra loro ma che in realtà hanno molto in comune. Si pensi, ad esempio, che anche il pianoforte è uno strumento a percussione o, per essere più precisi, a corde percosse. Sarà quindi un intenso percorso sonoro che vedrà in programa l'esecuzione di musiche di Bartók, Stravinsky, Rachmaninoff, Veldhuis.
Inizio concerto: ore 21.00. 
Info: Centro Musica Corso Vitt. Emanuele 165 tel. 0805211777 ed Ass. 3389031130C


"Il Sesto Appuntamento della Stagione di Musica Classica a Frosinone 2015" di Elena Dandini



"E’ il sesto appuntamento, quello di stasera, con  LA STAGIONE DI MUSICA CLASSICA 2015  della città e del Conservatorio di Frosinone. Ancora un cartellone ricco, con nomi che hanno reso grande la Musica  in Europa e nel mondo: Beethoven e Mendelssohn- Bartholdy.
Beethoven compose l’Ouverture del Coriolano op.62 nel 1807 parallelamente alla Quinta Sinfonia, come intermezzo alla tragedia omonima di gusto classicheggiante, oggi dimenticata, di Heinrich Joseph von Collin (1771 - 1811), poeta drammatico austriaco stimato anche da Goethe. Coriolano è il soprannome attribuito al leggendario patrizio romano Gneo Marzio, artefice nel 493 a. C. della conquista di Corìoli, capitale dei Volsci. Esiliato da Roma dopo un fallito tentativo di farsi nominare console, Coriolano, desideroso di vendetta, si era rifugiato presso Tullio Aufidio, re dei Volsci, per guidarne l'esercito contro Roma; ma, giunto a poche miglia dalla città, fu fermato dalle parole di sua madre e di sua moglie che lo richiamarono ai valori dell'amor patrio.  Una delle pagine più  esemplari del sinfonismo epico ed eroico di Beethoven  dall’ incipit drammatico, nel vigoroso accordo di tutta l’orchestra, che resta impresso nella memoria di chi ascolta, accordo che si trasforma in melodia sentimentale, in lirismo affettuoso di implorazione della madre e della moglie sull'animo orgoglioso dell'eroe . Dopo una serie di contrasti e conflitti che si alternano, il pezzo che dura appena sette minuti si conclude con l’inciso tragico dell’inizio.

venerdì 24 aprile 2015

In Umbria tra succulento cibo e la musica Jazz al pianoforte di Danilo Rea (il 25 aprile, il 2 ed il 9 maggio)


Una succulenta novità si affaccia nel panorama culturale sulla rupe: il Ristorante Al San Francesco di Orvieto proporrà, a cavallo fra aprile e maggio, una kermesse musical-gastronomica dal titolo “Suggestioni al San Francesco - Il Gusto della Musica”. Si tratta di tre serate speciali (tutte di sabato: 25 aprile, 2 e 9 maggio) che coniugheranno la buona tavola con la grande musica: inizio del ricco buffet alle ore 20:30, live music a partire dalle 22. I piatti saranno curati da Francesco Abbatepaolo, il rinomato chef del San Francesco, che comporrà degli sfiziosi menù in relazione alle suggestioni sonore di ognuno dei tre eventi.

Il "Macbeth" di Verdi dal 15 maggio va in scena al Petruzzelli.


Venerdì 15 maggio alle 20.30 al Teatro Petruzzelli andrà in scena la prima di Macbeth di Giuseppe Verdi (1813-1901). Lo spettacolo per la regia di Giancarlo Cobelli, ripresa da Lydia Biondi è una produzione  Fondazione Teatro Comunale di Modena. Dirigerà l’Orchestra del Teatro il maestro Fabrizio Maria Carminati, maestro del Coro della Fondazione Petruzzelli Franco SebastianiLe scene e i costumi sono di Carlo Maria Diappi, ripresi da Valentina Dellavia. A curare il disegno luci Giuseppe Ruggiero. Assistente alla regia Pia Di Bitonto.
A dar vita allo spettacolo: Luca Salsi (Macbeth), Ugo Guagliardo (Banco) Tamar Iveri (Lady Macbeth 15, 17, 21 maggio), Daria Masiero (Lady Macbeth 19 maggio), Margherita Rotondi (Dama di Lady Macbeth), Salvatore Cordella (Macduff ), Massimiliano Chiarolla (Malcolm), Antonio di Matteo (il Medico e l’Araldo), Gianluca Tumino (il Sicario e Prima apparizione), Martina Pepe (Seconda apparizione), Ivana D’Auria (Terza apparizione).

Mario Caroli, il magico flautista incanta il pubblico del Petruzzelli.



Una presenza assai rara, quella di Mario Caroli (nella foto) al Petruzzelli. E' tornato a Bari dopo alcuni anni per suonare il concerto per flauto op.39 di Lowell  Liebermann, cinquantatreenne talentuoso compositore americano che lo tenne a battesimo nel 1992 alla Powell Hall di Saint Louis nel Missouri con Leonard Slatkin sul podio, e con il grande flautista James Galway. Un'isola di dolcezze melodiche, armoniche, incantate; l'amore per questo strumento si avverte subito nella gestualità fatata e naturalissima di Caroli, e nella direzione sempre misurata di Marshall con l'Orchestra del Petruzzelli.

giovedì 23 aprile 2015

Domani sera L'Orchestra Sinfonica Metropolitana di Bari suonerà diretta da Domenico Longo per un "secolo d'acqua - dal Sele a Piazza Umberto".


Prosegue con un evento d'eccezione la stagione 2015 dell'Orchestra Sinfonica Metropolitana di Bari. Venerdì 24 aprile 2015 alle 20, in Piazza Umberto I a Bari, l'orchestra, diretta da Domenico Longo (nella foto), con solista all'oboe Nicola Leone, terrà un concerto dedicato all'evento «Un secolo d'acqua - Dal Sele a Piazza Umberto», organizzato dall'Acquedotto Pugliese.
In programma musiche di Peter Warlock, Brenno Blauth, Ernesto De Curtis, Duke Ellington, Franco Micalizzi, Walter Donaldson e Nino Rota. In caso di maltempo il concerto si terrà all'interno del Palazzo Ateneo.

Il Quartetto d'archi del Teatro alla Scala si esibisce il prossimo 2 maggio a Mola di Bari per l'Agimus Festival.


+
Sabato 2 maggio 2015 alle ore 21.00 presso il Teatro Comunale “N.v. Westerhout” di Mola di Bari,
per la serie “eventi”, il Quartetto d’Archi del Teatro alla Scala aprirà (anteprima)AgimusFestival_ 2015
organizzato dall’-Associazione Giovanni Padovano Iniziative Musicali- (A.G.I.MUS.).
Il Quartetto, composto da Francesco Manara (violino), Daniele Pascoletti (violino), Simonide Braconi (viola), Massimo Polidori (violoncello), per l’occasione, sarà affiancato dal pianista Pietro Laera.
La formazione, un poker di classe, come qualcuno l’ ha definita, ha incantato anche il M° Riccardo Muti che di essa ha detto:< si tratta di un quartetto di rara eccellenza tecnica e musicale,…..la bellezza del suono e la preziosa cantabilità, propria di chi ha grande dimestichezza anche con il mondo dell’ opera, ne fanno un gruppo da ascoltare con particolare gioia ed emozione>.

"Il Gioco dell'Eroe", Galà Internazionale di Danza al Petruzzelli di Bari il prossimo 26 maggio.


Il galà internazionale di danza “Il Gioco dell’Eroe” a cura di Daniele Cipriani, prende ispirazione dal titolo dello storico evento televisivo di Rai 1 andato in  onda in eurovisione dal Circo Massimo e dal Colosseo  a  cura di Vittoria Ottolenghi e  Vittoria Cappelli.
Questa volta a dar sfondo alla prestigiosa parata di stelle internazionali sarà lo storico Teatro Petruzzelli, che il 26 Maggio 2015, ospiterà le maggiori stelle dei teatri come il New York City Ballet,  il Teatro dell’Opera di Roma, il Teatro Colon di Buenos Aires, il Pennsylvania Ballet, il MaggioDanza e il Berlin State Ballet.
Il gala-evento, ricco di virtuosismi, ripercorrerà le infinite sfaccettature dell’eroe: vedremo Nicolai Gorodiskii nei panni dall’eroe byroniano de Il Corsaro e in quelli del cavaliere errante del Don Chisciotte, in entrambi accompagnato da Ana Sophia Scheller, principal dancer del New York City Ballet.

Pagliacci e Cavalleria rusticana, il celebre dittico in diretta dal Metropolitan di New York allo Showville di Bari il prossimo 28 aprile.



Martedì 28 aprile, alle 19:00, per La Grande Stagione Live & Special 2014-2015 di Microcinema, in oltre 100 cinema d’Italia approderà, in Live HD, la prima produzione del Met, in 45 anni, delle due opere del verismo popolare più amate dal pubblico. A soli 26 anni Pietro Mascagni vide il successo di Cavalleria Rusticana, che vinse il concorso dell’editore Sonzogno e lo rese subito famoso. Tratta dalla novella di Giovanni Verga, Cavalleria Rusticana racconta la storia di un giovane innamorato: siamo in Sicilia, il giovane Turiddu intona una serenata a Lola, la ragazza a cui si era promesso prima di andar soldato e che, al suo ritorno, ha ritrovato sposa a compar Alfio, un carrettiere benestante. Nella piazza di un villaggio nei dintorni di Catania, mentre ci si appresta a festeggiare la Pasqua, l’amante di Turiddu, Santuzza, scomunicata per la sua scandalosa relazione con il giovane, appare disperata, rosa dal fondato sospetto che il suo amante abbia ripreso a vedersi con Lola. Dopo un acceso confronto con Turiddu, la donna decide di rivelare tutto ad Alfio, che, dopo la messa pasquale, sfida il rivale in amore. Turiddu, saluta la madre Lucia affidandole la povera Santuzza che, disonorata a causa della loro relazione, senza di lui si ritroverebbe sola al mondo.

Stasera "Lezione di Rock" a cura di Ernesto Assante e Gino Castaldo sugli U2.



18 marzo - 27 maggio 2015
Cinema Showville Bari
via Giannini 9 - ex traversa di via Conte Giusso

Lezioni di Rock
a cura di 
Ernesto Assante e Gino Castaldo
Mercoledì 22 aprile ore 21.00
U2
Dedicata agli U2 la quarta lezione di rock al cinema Showville di Bari
giovedì 23 aprile lezione al liceo Cartesio di Triggiano

Sono gli U2 i protagonisti della quarta lezione di Rock a cura di Ernesto Assante e Gino Castaldo organizzata da Puglia Sounds in programma mercoledì 22 aprile al cinema Showville di Bari 
(biglietto intero 7,00 euro ridotto 5,00 euro in vendita al botteghino del cinema e sul sito web www.showville.net per informazioni www.pugliasounds.it). C’è chi li ama e li venera. E c’è chi li considera invece una band che ha ormai fatto il suo tempo. Ma sia gli uni che gli altri non possono negare che gli U2 hanno segnato in maniera determinante, con la loro musica e le loro canzoni, almeno venti anni della storia del rock, diventando gli alfieri di un rinnovamento di grandissima portata, tenendo alta la bandiera dell’impegno accanto a quella della creatività. Le lezioni di Rock, incontri nei quali i due giornalisti musicali ripercorrono i grandi momenti del rock e non solo, le storie dei personaggi e degli eventi che hanno segnato l’evoluzione della musica popolare, proseguiranno mercoledì 13 maggio con Stevie Wonder e la Motown e mercoledì 27 maggio con L’Italia degli anni Sessanta.

mercoledì 22 aprile 2015

La musica pugliese al Jazzahead! di Brema, la principale fiera mercato jazz europea



Dal 23 al 26 aprile la musica pugliese avrà ampio spazio alla fiera mercato Jazzahead! che si svolgerà a Brema in Germania, il più importante appuntamento fieristico europeo in ambito jazz. Puglia Sounds, dopo SXSW negli Usa e al Babel Med in Franciaparteciperà alla fiera uno stand istituzionale dedicato alla promozione del sistema musicale pugliese (6E21) che ospiterà una significativa delegazione di operatori e artisti impegnati nella promozione internazionale di festival e attività musicali pugliesi: Amissah Koblan Bonaventure (Festival Bari in Jazz ),  Gianni Buttiglione  (Locus Festival, Bass Cultue),  Marco Cardetta (Yuppi Du Factory),  Domenico Coduto (Musica e Altre Cose),  Simone Manchisi (Bass Culture),  Sabino Martiradonna (Marsab Music), Mario Melillo (Node),  Pasquale Stafano (Nuevo Tango Ensamble, Festival Reali Siti in Tango&Jazz, Flat Records) e Marco Valente (Auand Records). 

martedì 21 aprile 2015

ORCHESTRA RAI: IL “FREEDOM DAY” CELEBRA LA LIBERAZIONE.



È dedicato al settantesimo anniversario della Liberazione il “Freedom Day” dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai, in programma sabato 25 aprile, con ingresso libero. A partire dalle 10 del mattino, per tutto il giorno, sul palco dell’Auditorium Rai “Arturo Toscanini” di Torino, si alternano i gruppi da camera dell’Orchestra Rai. Apre la giornata un intervento dello storico Gianni Oliva dedicato ai temi della Liberazione. A seguire, alle 10.20 circa, il Quintetto Corno e Archi - composto da Marco Panella (corno), Roberto D’Auria (violino), Rossana Dindo (viola), Giovanni Matteo Brasciolu (viola) ed Ermanno Franco (violoncello) -  che propone il Quintetto in mi bemolle maggiore KV 407 di Mozart. A seguire, alle 10.45 circa, l’Ottetto formato da Francesco Punturo (violino), Sara Pastine (violino), Giorgia Cervini (viola), Ermanno Franco (violoncello), Antonello Labanca (contrabbasso), Salvatore Passalacqua (clarinetto), Marco Panella (corno) e Bruno Giudice (fagotto), propone il primo movimento dell’Ottetto in fa maggiore op. 166 di Schubert. Alle 11.10 l’Ensemble Octiclavio, formato da Matteo Ruffo, Carola Zosi, Francesco Punturo, Martina Mazzon (violini), Federico Maria Fabbris, Riccardo Freguglia (viole), Stefano Blanc e Carlo Pezzati (violoncelli) propone i due pezzi op. 11 per ottetto d’archi di Šostakovič. Alle 11.30 è la volta del Quartetto Flauto e Archi, formato da Luigi Arciuli (flauto), Constantin Beschieru (violino), Giorgia Cervini (viola) e Michelangiolo Mafucci (violoncello), che interpretano il Quartetto in re maggiore KV 285 di Mozart. Alle 11.50 sale sul palco il Trio di Ance formato da Franco Tangari (oboe), Graziano Mancini (clarinetto) e Mauro Monguzzi (fagotto), che propongono i Cinque pezzi in trio per oboe, clarinetto e fagotto di Ibert e il Trio per oboe, clarinetto e fagotto di Auric. Alle 12.15 suona il Duo di violini formato da Carola Zosi e Matteo Ruffo, che propongono la Sonata per due violini op. 56 di Prokof’ev. Alle 12.40 la Salon Orchester formata da Michal Duris (violino), Antonio Bassi (violino), Agostino Mattioni (viola), Carlo Pezzati (violoncello), Antonello Labanca (contrabbasso), Salvatore Passalacqua (clarinetto) e Marco Braito (tromba) chiude la mattinata con musiche di Vejvoda, Mosheimer, Johann Strauss padre e figlio e Gade.

Il Concorso "Senza Etichetta" è giunto alla diciottesima edizione. Ecco il regolamento per l'iscrizione.


Ogni anno il concorso “Senza Etichetta”, giunto alla diciottesima edizione, offre ai giovani musicisti un palco sul quale farsi conoscere e mettersi alla prova. L’idea, nata nel 1998 dai vagheggiamenti di alcuni insegnanti e del Direttore del Civico Istituto Musicale “F. A. Cuneo”, si rivela ad oggi vincente, ed ogni edizione del concorso vede emergere piccoli grandi talenti rimasti ingiustamente sconosciuti fino alla loro decisione di tentare la fortuna iscrivendosi alla rassegna. Molti degli artisti lanciati dal concorso sono oggi conosciuti a livello nazionale; per citarne alcuni: Eleonora Bosio, in arte “Cixi”, finalista di X-Factor 2012, Giulia Dagani e Elisabetta Gagliardi, concorrenti di The Voice of Italy 2014 e Stefano Centomo secondo classificato al Festival di Sanremo 2007, sezione giovani.

Sol Gabetta, la celebre e fascinosa violoncellista argentina si esibisce con la OSN della Rai, diretta da Kirill Karabits.


“Passione, fuoco, grazia e profonda intensità: tutto questo riesce a tenere sotto controllo e a trasmettere Sol Gabetta”. Così il Süddeutsche Zeitung a proposito della violoncellista argentina, nella bellissima foto qui sopra, che negli ultimi anni ha conquistato i palcoscenici di tutto il mondo. Rivelatasi al Festival di Lucerna nel 2004 con i Wiener Philharmoniker diretti da Valery Gergiev, si è aggiudicata premi quali l’Echo Klassik nel 2007 e nel 2009, mentre nel 2010 ha vinto il Grammophon Award quale “Young Artists of the Year”. Giovedì 23 aprile alle 21, all’Auditorium Rai “Arturo Toscanini” di Torino, su Radio3 e in streaming sul sitowww.osn.rai.it, torna a suonare con l’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai, proponendo il Concerto n. 1 in la minore op. 33 per violoncello e orchestra di Camille Saint-Saëns. 

lunedì 20 aprile 2015

Wayne Marshall dirige il prossimo concerto dell'Orchestra del Petruzzelli.


Giovedì 23 aprile alle 20.30 al Teatro Petruzzelli è in cartellone un nuovo appuntamento della Stagione Sinfonica 2015. Sul podio dell’Orchestra del Teatro il maestro Wayne Marshall (nella foto), solista Mario Caroli (flauto).
Il programma del concerto propone:
Ouverture de “Il principe Igor” (completata ed orchestrata da A. Glazunow) di Aleksandr Porfir’evič Borodin, Concerto per flauto e orchestra op.39 di Lowell Liebermann, Sinfonia n.5 in mi minore op.64 di Pëtr Il’ič Čajkovskij.
Direttore d’orchestra, pianista e organista, Wayne Marshall è uno dei musicisti più versatili ed estrosi del panorama contemporaneo. È stato nominato Direttore Principale della WDR Rundfunkorchester di Colonia e continua ad essere direttore principale ospite della Orchestra Sinfonica di Milano “Giuseppe Verdi”. Ha inciso per la Virgin/Emi, vincendo i maggiori premi europei.

Continua il viaggio mahleriano di John Axelrod il prossimo 23 aprile alla Verdi di Milano.


Con il ritorno di John Axelrod (nella foto) il prossimo 23 aprile, alla guida dell’Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi, di cui è direttore principale dall’aprile 2011, il viaggio attraverso il sinfonismo di Gustav Mahler giunge alla terza tappa. In programma l’esecuzione della Sinfonia n. 5, alla quale si affianca la suite da Ascesa e caduta della città di Mahagonny di Kurt Weill, opera musicale teatrale nata dalla collaborazione tra il drammaturgo Bertold Brecht e il compositore tedesco. Lasciamo la parola a John Axelrod che ci accompagna alla scoperta di questo 31° programma di stagione: “Sono grato a laVerdi e alle altre orchestre e teatri italiani che mi hanno invitato a dirigere le Sinfonie di Gustav Mahler. E’ sempre stato un sogno per me poter condurre il ciclo sinfonico completo del compositore austriaco fin dai tempi in cui studiavo il sinfonismo mahleriano con Leonard Bernstein. Benchè abbia già diretto gran parte della musica di Bernstein in Italia, mentre si avvicina l’appuntamento con il suo centenario nel 2018 è proprio la direzione del ciclo mahleriano nel Belpaese che mi consente di pagare un tributo completo al mio maestro. Non dimentichiamo infatti che è stato proprio il ‘ciclo Mahler’ sotto la guida e l’interpretazione di Bernstein che ha aperto ad ampia diffusione le sue musiche, dando così credibilità al termine ‘mahleriano’. Prima di allora, infatti, il nome di Mahler era ricordato solo all’interno di una ristretta cerchia di privilegiati.

La Musica dell'Apocalisse e la rivoluzione di Scriabin il prossimo 24 aprile all'Istituto Michelangelo.


Musica dell’apocalisse: la rivoluzione di Scriabin è un’indagine a tutto tondo sulla complessa ed enigmatica figura di Aleksander Scriabin. L’ascolto delle sue opere e la differenza tra quelle giovanili e quelle dell’ultimo Scriabin, infatti, solleva molti interrogativi. Com’è possibile che il lessico romantico della giovinezza si sia trasformato nel linguaggio criptico e atonale degli ultimi anni?

sabato 18 aprile 2015

Giovedì 23 aprile a Genova presentazione di "Nel Giardino della Musica" di Giuseppina Manin, un libro dedicato alla speciale vita di Claudio Abbado

giovedì 23 aprile ore 18 presentazione del libro:
NEL GIARDINO DELLA MUSICA
CLAUDIO ABBADO: LA VITA, L’ARTE, L’IMPEGNO
Piccola Biblioteca Guanda Editore, 2015 
presenta l'autrice Giuseppina Manin insieme a Rosellina Archinto e Marilena Laterza. Una carriera luminosa fatta di musica, viaggi, curiosità, impegno: dagli esordi nella Milano degli anni Sessanta, tra utopie e contestazioni di piazza, ai 90.000 alberi chiesti nel 2010 al posto del cachet per tornare nella sua città; dal podio del Concerto di Capodanno con i Wiener a quello del concerto di compleanno di Fidel Castro a Cuba; dal rilancio del Festival di Lucerna alla creazione dell’Orchestra Mozart a Bologna. Tutto questo nonostante la malattia, accettata come una nuova occasione per rimettersi in gioco, quasi una nuova avventura.

Jan Lisiecki, giovane pianista dal grande talento musicale al Petruzzelli.


Un concerto molto atteso quello di giovedì scorso al Petruzzelli, diretto dall'esperta bacchetta di Roman Brogli-Sacher . Il protagonista assoluto è stato il pianista canadese nel Secondo Concerto di Chopin, "piatto forte" della serata, dopo l'incipit garantito dalla ben eseguita ouverture Le Ebridi di Mendelssohn Bartholdy. Nella seconda parte, poi, una rutilante e appassionata Quarta Sinfonia di Ciaikovskij ha chiuso il bel programma della serata.
Pubblico, a dire il vero, scarsino rispetto all'attesa dell'evento. Con tutto che i biglietti Last minute, fossero ad appena 10 euro, garantendo un forte potere di convinzione sugli indecisi. Il Secondo di Chopin è concerto rinomatissimo, soprattutto per la bellezza poetica del suo secondo movimento. Ma anche il primo tempo ha avuto, dalla sua, l'altra sera, un'esecuzione impeccabile per la bravura  dell'artista impegnato.

venerdì 17 aprile 2015

IL RE NERO DI TROIA SUL TRONO DI CASTEL DEL MONTE: Convegni, abbinamenti culinari, formazione, degustazioni aperte al pubblico e tante altre attività.


I
l “Regale vino di Puglia” sarà protagonista dal 21 al 26 aprile sul suo territorio d'origine, l'Alta Murgia di Castel del Monte, con la manifestazione “Il Nero di Troia di Castel del Monte”, nella sua seconda fase in Puglia dopo il grande avvio doppio a Roma lo scorso 1 dicembre a Palazzo Rospigliosi e a Verona in occasione dell'edizione 2015 di Vinitaly.
In linea con la recente tendenza al recupero e alla valorizzazione dei vitigni autoctoni, il progetto promosso dal Consorzio di Tutela vini Doc Castel del Monte punta a fare di questo regale vitigno e dei vini da esso prodotti dei veri ambasciatori del territorio, complice la collaborazione dei numerosi partner che hanno aderito all'iniziativa con l'obiettivo di aumentarne -meritatamente- la notorietà.

Il pianista e compositore Uri Caine in concerto giovedì prossimo a Monfalcone.


Giovedì 23 aprile la stagione musicale del Teatro Comunale di Monfalcone si chiude con l’attesissimo concerto per piano solo di Uri Caine (nella foto), il pianista e compositore che più di ogni altro abbatte i confini fra i generi musicali e considera la musica un continuum senza barriere, che sperimenta e improvvisa con talento e rigore straordinari.Artista fra i più intelligenti e sensibili della musica d’oggi, Uri Caine compone in modo originale ripartendo dal passato prossimo del grande jazz come da quello più remoto della musica classica ed è capace di rileggere i repertori di ogni epoca con intelligenza, cultura e humour. Il suo jazz è una miscela di musica classica, rock ed elettronica. 
Cresciuto a Philadelphia, dove studia con il pianista francese Bernard Peiffer, quando si iscrive all’Università è già protagonista della scena jazzistica della sua città. Trasferitosi a New York, inizia la carriera come solista e incide il suo primo disco, Sphere Music (1992). Nel 2003 è direttore di una memorabile edizione della Biennale di Venezia dove debutta con The Othello Syndrome, un lavoro di variazioni liberamente tratte dalla partitura di Verdi che dà origine alla registrazione di Winter and Winter nominata ai Grammy Awards di Los Angeles come migliore album di musica classica/crossover nel 2008 e Premio Echo Klassik 2009. 

Pinuccio scende in campo e lo fa insieme ai sei candidati presidenti dell Regione Puglia


Pinuccio scende in campo e lo fa insieme con i sei candidati alla presidenze della regione Puglia. 
In occasione delle elezioni regionali, in programma il prossimo 31 maggio, il noto faccendiere barese, al secolo Alessio Gannone, sarà infatti protagonista dello show Pinuccio: “Vi dico io chi votare”. 
Lo spettacolo di satira politica, in scena allo Showville di Bari giovedì 23 aprile alle 21.15, vedrà la partecipazione e il coinvolgimento dei sei candidati presidenti alla regione Puglia: Michele EmilianoAntonella LaricchiaMichele RizziRiccardo Rossi, Francesco Schittulli ed eventuali new entry. 

giovedì 16 aprile 2015

Le news di Arnaldo Volani e della "Mozart Italia" di Rovereto.



Cari Amici,

il pieno successo riscosso dal concerto dell’AKADEMISCHES ORCHESTER BERLIN ci incoraggia a proseguire fiduciosi il nostro lavoro organizzativo.
Il mese di aprile riserva molte sorprese. Crediamo che tutte meritino il vostro sostegno e la vostra partecipazione.

MATINÉE IN CASA MOZART
“CHE SCENDESSE SU DI ME UN ANGELO” è l’accattivante titolo della MATINÉE IN CASA MOZART che proporremo DOMENICA 19 APRILE – ore 11.00 (Rovereto, via della Terra 48, Palazzo Diamanti-Casa Mozart).
Pagine di MOZART e di WAGNER saranno proposte dal DUO LILIA IANEVA-soprano e ROBERTO SATTA-pianoforte.
Per informazioni e prenotazioni: infoami@mozartitalia.org - tel 0464.422719

I MONDI DI CARLO BELLI  – Concerto in Casa Mozart  – Ore 18 del 17 aprile
Musica astratta musa. Omaggio a Carlo Belli - Ospitato dalla Associazione Mozart Italia presso Casa Mozart in via della Terra 48 a Rovereto.
Pianista Cosimo Colazzo, con la collaborazione di Maria Rosa Corbolini e Giovanni Todaro

17 aprile 2015 / 18 aprile 2015  Convegno di studi
All’indirizzo http://www.mart.tn.it/convegnocarlobelli sono scaricabili comunicato stampa, programma del convegno e programma del concerto.  
MOZART BOYS&GIRLS
I nostri Mozart Boys&Girls saranno impegnati in numerosi appuntamenti:
- SABATO 11 aprile: ROVERETO MOZARTIANA

Anna Serova incanta con l'Orchestra Sinfonica di Bari, diretta da Roberto Molinelli.


Ieri sera a Monopoli nella Chiesa del Sacro Cuore si è tenuto l'annunciato concerto dell'Orchestra Sinfonica Metropolitana diretto dal compositore e maestro Roberto Molinelli con la partecipazione straordinaria di una delle violiste più belle ed apprezzate del momento, Anna Serova (nella foto). Il programma comprendeva musiche di Bruch, Vitali, Piazzolla e dello stesso Molinelli.

mercoledì 15 aprile 2015

Domani sera ad Acquaviva saranno eseguite alcune pagine corali di Domenico Bartolucci, ex direttore perpetuo della Cappella Sistina al Festival internazionale "Anima Mea".


Due pagine del moderno successore di Giovanni Pierluigi da Palestrina, il cardinale e musicista Domenico Bartolucci (nella foto), scomparso due anni fa e per mezzo secolo direttore «perpetuo» della Cappella Sistina, secondo l’incarico conferitogli nel 1956 da Pio XII, delimitano il raffinato concerto sacro che il festival internazionale di musica antica «Anima Mea» diretto da Gioacchino De Padova ripropone a Bari, per la sezione primaverile, nella Biblioteca di Santa Teresa dei Maschigiovedì 16 aprile (ore 20.30, ingresso libero).
Protagonista sarà ancora una volta l’ensemble vocale Cappella Corradiana diretto da Antonio Magarelli che, tra i due brani di Bartolucci, propone un florilegio di composizioni religiose all’interno di una serata intitolata «In Parascéve», letteralmente «in preparazione», dal nome del giorno che in ebraico precede il sabato.

"Lezione di rock nelle scuole", al Liceo "Fornari" di Molfetta con i critici musicali Ernesto Assante e Gino Castaldo.


Giovedì 16 aprile al Liceo "Fornari" Molfetta è in programma la seconda Lezione di Rock nelle scuole, novità di quest’anno, iniziativa di Puglia Sounds realizzata in collaborazione con la cooperativa sociale i Bambini di Truffaut. Circa 200 studenti del liceo parteciperanno alla lezione di rock Give peace a chance di Ernesto Assante e Gino Castaldo, un viaggio tra le canzoni che hanno segnato la storia, cercando di promuovere la pace, la comprensione, la condivisione e la tolleranza. Le Lezioni di Rock nelle scuole proseguiranno giovedì 23 aprile al Liceo "Cartesio" Triggiano e giovedì 14 maggio al Liceo "Marco Polo" di BariLe Lezioni di Rock nelle scuole proseguono le attività di Medimex Kids, ampio percorso formativo che lo scorso anno ha coinvolto 3500 studenti in laboratori, attività multidisciplinari, incontri con artisti e si è concluso con la partecipazione alla quarta edizione Medimex.