venerdì 30 ottobre 2015

Una delicata Bohème in bianco e nero al Petruzzelli di Bari.


Venerdì 6 novembre alle 20.30 (turno A) al Teatro Petruzzelli andrà in scena la prima de La bohème di Giacomo Puccini (1858-1924). Lo spettacolo per la regia di Ivan Stefanutti è una produzione Produzione Comune di Padova e Opera Estate Festival Veneto di Bassano del Grappa. Dirigerà l’Orchestra del Teatro il maestro Maurizio Barbacini, maestro del Coro della Fondazione Petruzzelli Franco Sebastiani, maestro del Coro di Voci Bianche “Vox Juvenes” Emanuela AymoneLe scene ed i costumi sono di Ivan Stefanutti. A curare il disegno luci Sandro Dal Pra. Assistente alla regia Filippo Tadolini. Come si può notare dalle belle foto di Carlo Cofano, lo spettacolo è realizzato in un delicato bianco e nero, Anni Trenta.
 A dar vita allo spettacolo: Ivan Magrì (Rodolfo, poeta 6, 8, 11, 13, 15 17 novembre), Salvatore Cordella (Rodolfo, poeta 10, 14 novembre), Julian Kim (Schaunard, musicista 6, 8, 11 novembre), Francesco Verna (Schaunard, musicista 10, 13, 14, 15, 17 novembre), Matteo Peirone (Benoît, padrone di casa), Alessandra Marianelli (Mimì, 6, 8, 11, 13, 15, 17 novembre), Grazia Doronzio (Mimì, 10, 14 novembre), Giorgio Caoduro (Marcello, pittore 6, 8, 11 novembre), Julian Kim (Marcello, pittore 10, 13, 14, 15, 17 novembre), Dario Russo (Colline, filosofo), Matteo Peirone (Alcindoro, consigliere di stato), Francesca Dotto (Musetta), Raffaele Pastore (Parpignol), Francesco Napoletano (Un venditore ambulante), Antonio Muserra (Sergente dei doganieri), Graziano De Pace (Un doganiere).

il Johnny O'Neal Trio si esibisce nell' "Happy Birthday Frank Sinatra" a Bagnolo Piemonte (Cuneo).



Evoluzione raffinata ed insieme selvaggia dello spirito del blues, alla seduzione del jazz non si può restare indifferenti: alla vecchia guardia dei patiti che non si perdono un concerto si aggiunge un crescente stuolo di giovani entusiasti. Prosegue la rassegna che unisce musica ed arti visive Jazz Visions, con un appuntamento imperdibile per tutti coloro che vogliono farsi trascinare in un viaggio fatto di note, immagini, “visioni”, colori, arte. Sabato 21 novembre al Teatro Silvio Pellico (corso Marconi, 1) di Bagnolo Piemonte (Cuneo) alle ore 21,15 ilJohnny O'Neal Trio si esibisce in “Happy Birthday Frank Sinatra”. Con Johnny O'Neal al piano e voce, Luke Sellick al contrabbasso e Charles Goold alla batteria.
Johnny O’Neal è la nuova stella del Jazz targato New York, il pianista e cantante infatti è l’artista più richiesto nei club Newyorkesi, dove ogni sera registra il sold out, tra le ovazioni del pubblico. La storia di Johnny non è stata molto fortunata: ritiratosi dalle scene per alcuni anni a causa di grossi problemi di salute, è tornato ora con una grande carica vitale e una nuova primavera artistica, grazie anche all’aiuto della comunità del Jazz. Il suo tour europeo lo vede impegnato in un omaggio a Frank Sinatra per i cento anni della nascita del grande cantante italo-americano. Alla libreria “Volare” di Pinerolo, nella serata di sabato 21 novembre (dalle ore 18) ci sarà la presentazione del libro “BAM, il jazz oggi a New York” (ed.CaratteriMobili). Incontro con l'autore Nicola Gaeta che, a New York, ha intervistato Johnny O’Neal, di cui parla nel suo libro. Al termine, sarà offerto l’ aperitivo.
Ingresso 10 euro, ridotti 7 euro (fino ai 18 anni e oltre i 65)

Terza e ultima giornata di Medimex, il salone dell'innovazione musicale a Bari.


Terza e ultima giornata del salone dell’innovazione musicale. Tra gli ospiti, Carmen Consoli, The Kolors, Vinicio Capossela, Erri De Luca, Lorenzo Fragola, Francesca Michielin e Deproducers. Puntate speciali del Ruggito del Coniglio e Webnotte

Il Medimex in diretta nazionale, dalla Fiera del Levante di Bari. Si aprirà sulle frequenze del «Ruggito del Coniglio» di RadioDue e si chiuderà con una puntata speciale di «Webnotte» di Repubblica.it l’ultima giornata del salone dell’innovazione musicale organizzato da Puglia Sounds, che sabato 31 ottobre ospita, tra i tanti, Carmen ConsoliVinicio CaposselaErri De LucaThe KolorsLorenzo Fragola, Francesca Michielin e iDeproducers. 
Il Medimex verrà raccontato in presa diretta, dalle ore 10, da Antonello Dose e Marco Presta, conduttori della storica trasmissione di RadioDue, proprio mentre Carmen Consoli (nella foto) parteciperà al primo degli «Incontri d’autore» della giornata, che proseguiranno con lo scrittore Erri De Luca e Vinicio Capossela, ospite del Medimex per festeggiare 25 anni di carriera. Il tributo al cantautore proseguirà nel pomeriggio con due proiezioni in anteprima (ore 16.30 e 18.30, Cineporto) di una versione provvisoria del film «Nel paese dei coppoloni» tratto dal romanzo dell’artista (ingresso libero sino ad esaurimento posti con ritiro dei voucher presso lo stand Feltrinelli nell’area expo). Incontri d’autore anche con Max CasacciVittorio CosmaGianni Maroccolo e Riccardo Sinigallia, i produttori e musicisti che formano il collettivo Deproducers, e con i nuovi volti della musica italiana, Francesca Michielin,Lorenzo Fragola The Kolors.
Tra l’altro, Lorenzo Fragola e The Kolors, vincitori dell’Academy Medimex 2015 rispettivamente nelle categorie «migliore opera prima» e «artista rivelazione dell’anno», saranno ospiti della puntata speciale di Webnotte, la trasmissione di «altra tv» di Repubblica.it condotta da Ernesto Assante e Gino Castaldo durante la quale verranno consegnati i premi dell’edizione di quest’anno. Lorenzo Jovanotti e Laura Pausini sono gli altri due vincitori: il primo sarà in collegamento, la seconda manderà un messaggio video. 
Ricca la programmazione di live, sin dal mattino, sui due palchi dello spazio espositivo, dove saranno di scena il polistrumentista franco-libanese Bachar Mar-KhaliféErica MouLos ImpossiblesCarolina Bubbico,BandadriaticaDonate MingroneGiovanni CaccamoSanta MargaretSimone PerroneSalenero, il Trio jazz del Conservatorio Piccinni di Bari composto da Germana La SorsaGiuseppe Magagnino e Danilo Amato, e - per il progetto «Pugliesi nel mondo» - il batterista fasanese residente a Berlino, Nico Lippolis. 
Affascinante il progetto Medimex Sync Camp 2015 con cui Faro Records celebra la crossmedialità all’interno della cornice del Planetario esterno al padiglione espositivo, riunendo autori e compositori in un unico progetto di music production basato sulla sonorizzazione di immagini esclusive (ore 16, ingresso riservato a mx 150 persone). 

I premiati all'11° Concorso Internazionale di Clarinetto "Saverio Mercadante" di Noci.


Dal 15 al 18 ottobre a Noci, città appartenente alla Valle d’Itria e alla Terra dei Trulli situata nel sud-est barese, si è svolto il prestigioso Concorso Internazionale di Clarinetto “Saverio Mercadante” giunto alla sua undicesima edizione. Un’edizione da incorniciare sia per presenza che per l’alto livello artistico. La kermesse competitiva, suddivisa in tre categorie solistiche fino a 15 anni, fino a 18 anni e fino a 35 anni, ha ospitato giovani provenienti dall’Italia, Portogallo, Argentina, Spagna, Russia, Repubblica Ceca, Lituania, Venezuela, Peru, Corea e Giappone. La sola categoria dei solisti fino a 35 anni ha previsto tre fasi di selezione: eliminatoria, semifinale e finale. Dopo una combattuta e sentita fase semifinale tenutasi presso la Sala Convegni dell’Hotel Punto Verde di Noci, hanno conquistato la finale sei concorrenti: Tiago Filipe Bento Silva (Portogallo), Carlos Ferreira (Portogallo), Evgeniy Lukyanchuk (Russia), Antanas Makštutis (Lituania), Gabriel Andres Padilla Colmenarez (Venezuela) e Pedro Miguel Victorino Pacheco (Portogallo). Dopo una finale di altissimo livello la giuria internazionale ha assegnato all’unanimità il primo premio “Città di Noci” a Carlos Ferreira (Portogallo) che vince un premio del valore di 5.000 euro tra borsa di studio, un clarinetto RC offerto dalla Buffet-Crampon di Parigi e materiali offerti dalla D’Addario Woodwind. Il secondo premio “Riparcar” va al venezuelano Gabriel Andres Padilla Colmenarez che vince una borsa di studio e materiali della Pomarico Mouthpieces, mentre il terzo premio “Morea Assicurazioni”, consistente anch’esso in una borsa di studio e materiali Pomarico Mouthpieces, viene assegnato a Tiago Filipe Bento Silva (Portogallo). Per la categoria giovani fino a 18 anni si aggiudica il primo premio “Banca di Credito Cooperativo di Alberobello e Sammichele di Bari” il ceco Ales Tvrdik, il secondo premio “Otrè” se lo aggiudica il lituano Stasys Makstutis e il terzo premio “Otrè” il giovane portoghese Bruno Goncalves. Per la categoria dei giovanissimi trionfa Rokas Makstutis (Lituania) che porta a casa il premio “Palladium”. Ai vincitori di queste ultime due categorie dei giovani, oltre a borse di studio, sono stati assegnati materiali offerti dalle aziende di settore D’Addario Woodwind, Bode-BG, Pomarico Mouthpieces e FerrariMusica-Vandoren. Il delicato compito di valutare questi validissimi giovani è spettato quest’anno ai Maestri Eddy Vanoosthuyse (Belgio), solista internazionale oltre che clarinetto principale della Filarmonica di Bruxelles e professore al Conservatorio Reale di Gent e Liège, Vincenzo Correnti (Italia), concertista e stimato compositore, molto attivo nella ricerca e nella promozione dei giovani talenti, Gheorghe Duma (Romania), clarinetto principale dell’Orchestra dell’Opera e Sinfonica di Constanta e professore in diverse istituzioni romene, Nuno Silva (Portogallo), solista internazionale, clarinetto principale dell’Orchestra Metropolitan di Lisbona e professore al Conservatorio Nazionale e Accademia di Lisbona ed Antonio Tinelli (Italia), solista internazionale, artista D’Addario Woodwind USA, docente di clarinetto al Conservatorio di Musica di Matera nonché direttore artistico della competizione internazionale. L’edizione 2015 ha potuto beneficiare del prezioso sostegno della Buffet-Crampon di Parigi, D’Addario Woodwind USA, Banca di Credito Cooperativo di Alberobello e Sammichele di Bari, European Fondation for Support of Culture, Riparcar di Noci, Otrè Wellness Club di Noci, Morea Assicurazioni - Agenzia Generale di Noci, Bode srl, FerrariMusica, Pomarico snc, Vandoren di Parigi e la Palladium Music di Turi. Rilevante la “Rassegna dei Concerti 2015” che ha affiancato il concorso e che è stata inaugurata il 16 ottobre in un gremito Chiostro delle Clarisse di Noci con il  “Virtuoso Trio” formato da Antonio Tinelli (clarinetto), l’artista armeno Hayrapet Arakelyan (sassofono) e Giuliano Mazzoccante (pianoforte). Il 17 ottobre invece è stata la volta del pianista francese Pierre-Laurent Boucharlat con la partecipazione straordinaria di premiati delle scorse edizioni al Concorso Mercadante Gianluigi Caldarola e Matteo Mastromarino.

giovedì 29 ottobre 2015

Puglia Wine Evo Roadshow ad Amburgo.



Restano accesi i riflettori internazionali sui i vini e oli di Puglia e, appena chiusa a Savelletri di Fasano la sesta edizione del workshop Puglia Wine&Land, che ha visto questa settimana convogliare nel centro della Puglia circa venti buyers e otto giornalisti da tutto il mondo per scoprire e degustare i vini di altrettante aziende del territorio, si vola in Germania, ad Amburgo, per chiudere un’altra delle manifestazioni clou del caldo autunno dell’enogastronomia pugliese targata Movimento Turismo del Vino Puglia, il Puglia Wine& EVO Road Show.
Dopo un intenso mese di promozione in trenta selezionate enoteche e ristoranti di Roma e Milano, la sesta edizione del Road Show si chiude in bellezza venerdì 30 e sabato 31 ottobre adAmburgo una delle città più importanti di Germania, fulcro dell’enogastronomia tedesca soprattutto in questo periodo dell’anno in fermento per iniziative ed eventi legati al buon bere e al buon mangiare.Diciotto le aziende che racconteranno a winelovers, appassionati ed esperti i vini del tacco d’Italia: La Cantina di Andria - Andria; Carvinea - Carovigno (Br); Castel di Salve - Depressa di Tricase (Le); Conte Onofrio Spagnoletti Zeuli - Andria; Cantine Coppi - Turi (Ba); GRIFO - Ruvo di Puglia (Ba); Felline - Manduria (Ta), Feudi di Guagnano - Guagnano (Le); Menhir - Minervino di Lecce (Le); Mottura - Tuglie (Le); Ognissole - Sava (Ta); Valentina Passalacqua- Apricena (Fg); Produttori Vini Manduria - Manduria (Ta); Rivera - Andria; Teanum - San Severo (Fg); Tor dè Falchi - Minervino Murge (Bt); Torrevento - Corato (Ba); Agricole Vallone- Lecce. Insieme a loro, anche gli EVO di quattro frantoiani soci di Buonaterra, l'associazione dei produttori partner del Movimento Turismo dell'OlioMaria Cristina Bisceglia - Mattinata (Fg);Galantino - Bisceglie (Bt); Azienda Agricola Taurino - Squinzano (Le); Torrerivera - Andria. 

Tournée europea per la LUCERNE FESTIVAL ORCHESTRA diretta da Andris Nelsons.


Martha Argerich e Rudolf Buchbinder i solisti dell’itinerario concertistico dal 6 al 15 novembre
 Il 6 novembre la LUCERNE FESTIVAL ORCHESTRA, diretta da Andris Nelsons (nella foto), darà il via a una tournée che toccherà complessivamente sei Paesi europei. La prima tappa è prevista il 6 novembre presso il Teatro Comunale di Ferrara «Claudio Abbado», luogo d’origine del suo fondatore; il 7 novembre sarà la volta della Laeiszhalle di Amburgo e l’8 novembre della Konzerthaus di Dortmund. Il 9 e il 10 novembre l’Orchestra sarà ospite della Philharmonie de Paris con due concerti. Il ricavato del primo concerto parigino sarà devoluto al Centro per la ricerca contro il cancro Institut Curie. Le tappe successive includono la Filarmonica di Lussemburgo l’11 novembre, l’Auditorio Nacional de Música di Madrid il 13 novembre e il Musikverein di Vienna il 15 novembre. Protagonisti della tournée saranno i pianisti Martha Argerich e Rudolf Buchbinder, che si alterneranno rispettivamente nelle tappe di Ferrara e Parigi; e Amburgo, Dortmund e Lussemburgo. Martha Argerich proporrà il Concerto n.3 per pianoforte di Sergej Prokof’ev; Rudolf Buchbinder si dedicherà al Concerto n.1 per pianoforte di Ludwig van Beethoven. Nella seconda parte del concerto l’Orchestra si cimenterà nella Sinfonia n.5 in do diesis minore di Gustav Mahler. A Madrid e a Vienna in programma la Sinfonia Linz di Wolfgang Amadeus Mozart e la Quinta Sinfonia di Gustav Mahler. Ai primi leggii della LUCERNE FESTIVAL ORCHESTRA siederanno per l’occasione alcuni musicisti della Mahler Chamber Orchestra, i violinisti Sebastian Breuninger e Gregory Ahss, il violista Wolfram Christ, i violoncellisti Jens Peter Maintz e Clemens Hagen, il flautista Jacques Zoon, l’oboista Lucas Macías Navarro e il trombettista Reinhold Friedrich.

mercoledì 28 ottobre 2015

Musica dai 0 ai 90 anni: bambini, famiglie, giovani e curiosi a raccolta per 3 giorni di concerti, incontri, intercultura e...nuovi mondi


 
In un momento in cui si discute sul destino dell’insegnamento musicale nelle scuole, a Roma dal 7 al 9 novembre, all’Auditorium Parco della Musica si apre la prima parte del Santa Cecilia Gordon Festival una delle novità della stagione 2015/16 di TUTTI A SANTA CECILIA!: tre giorni in compagnia di grandi artisti ed educatori per valorizzare la musica e il movimento, il gioco musicale e l’apprendimento, con conferenze, tavole rotonde, incontri e concerti destinati a grandi e piccini, padri e madri in dolce attesa e ragazzi, educatrici del nido, della scuola dell’infanzia e primaria.  
Organizzato dall’AIGAM - Associazione Italiana Gordon per l'Apprendimento Musicale -  per sensibilizzare e coinvolgere famiglie e curiosi sulla musica e la necessità dell’educazione alle 7 note sin da piccolissimi, il Santa Cecilia Gordon Festival proporrà una vera e propria maratona musicale di eventiispirati alle teorie di Gordon secondo le quali il bambino sviluppa la sua attitudine musicale già a partire dai primi mesi di vita ed è quindi in grado di percepire e assorbire le sollecitazioni musicali. 
MUSICA E GIOCO PER BAMBINI, ADULTI E DONNE IN ATTESA. Il bambino è capace fin da piccolissimo di ascoltare la musica d’arte con straordinaria attenzione...sta a noi avvicinarcelo con i tempi e, soprattutto, il contatto e la relazione per lui più giusti senza alcun bisogno di attività di intrattenimento, di musiche semplici o di stimoli visivi. 
Non sono solo i bambini, però, a godere dell’apprendimento musicale: tutti ne giovano e saper “lasciarsi andare” all’ascolto è una sfida e un gioco da non perdere, che verrà proposto dal Santa Cecilia Gordon Festival all’Auditorium Parco della Musica di Roma il 7, 8 e 9 novembre con conferenze, seminari e concerti per i più piccoli, ma anche adulti e donne in gravidanza.
Un’esperienza di ascolto partecipato, giocato e cantato dal vivo, condivisa dal pubblico e dagli artisti dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia. 
Concerti per i bambini da 0 a 6 anni. Concerti destinati ai piccolissimi, accompagnati dalle loro famiglie, hanno l’obiettivo di far vivere ai bambini un’esperienza musicale autenticamente artistica. I piccoli ascoltatori, accompagnati dai loro genitori o educatori, saranno soggetti attivi di una relazione con i musicisti fatta di ascolto, suono e movimento. I musicisti, saranno disposti intorno al pubblico seduto su un tappeto ed eseguiranno brani strumentali e vocali di repertorio classico, jazz e popolare interagendo con i bambini attraverso improvvisazioni musicali. 
Concerti per coppie in gravidanza. Il feto è in grado di percepire con l’orecchio i suoni esterni che risuonano nel corpo materno fin dalla 24 settimana circa e prima li percepisce come vibrazione sulla pelle. Le coppie in gravidanza, accolte su un grande tappeto e contornate dai musicisti vivranno un’esperienza di ascolto “a tre”, intensa e intima. 
Ad.agio, concerti interculturali a corpo libero.Dalla musica di repertorio classico a un altrove, di volta in volta, geografico, etnico o storico, guidati
da Andrea Apostoli, ideatore e curatore di questo innovativo format di concerto.
A far da contrappunto alla musica, le letture di Giuseppe Cederna, attore viaggiatore e scrittore.
 
8 novembre ore 20:30 per Ad.Agio Mozart e Haydn: lo splendido equilibrio e le voci del Mediterraneo Orientale. L’alchimia dei contrasti, un viaggio tra musiche e parole provenienti da mondi ed epoche diverse. Le composizioni dal perfetto equilibrio formale di Mozart e Haydn dialogheranno con i canti del Mediterraneo Orientale. Melodie antiche di Grecia, Turchia e Andalusia interpretate dalla splendida voce di Filiò Sotiraki. Artisti dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia con Filiò Sotiraki, flauto e conduzione Andrea Apostoli, percussioni Ivano Fortuna e con la partecipazione di Giuseppe Cederna.  

MEDIMEX, TRE GIORNI AL CENTRO DELLA MUSICA.



Brian EnoNatalie Imbruglia (nella foto)Ludovico EinaudiHindi Zahra e Sud Sound System sono alcuni degli ospiti della giornata inaugurale della quinta edizione del Medimex, salone dell’innovazione musicale organizzato da Puglia SoundsDa giovedì 29 a sabato 31 ottobre alla Fiera del Levante di Bari tre giorni al centro della musica con 20mila metri quadrati di spazio espositivo concepito come una vera e propria città della musica, con 100 espositori da tutto il mondo, oltre 200 ospiti provenienti da 27 Paesi e 150 eventi tra concerti, showcase, incontri d’autore, panel, case history, face to face(s) e presentazioni. 
Giovedì 29 ottobre alle ore 11 l’inaugurazione vedrà la partecipazione di Loredana Capone, Assessore allo Sviluppo Economico e all’Industria Turistica e Culturale della Regione Puglia, Ugo Patroni Griffi, Presidente della Fiera del Levante, Alessandro Ambrosi, Presidente della Camera di Commercio di Bari, Paolo Ponzio, vice Presidente del Teatro Pubblico Pugliese, e Antonio Princigalli, coordinatore di Puglia Sounds e del Medimex. Nella prima giornata – che aprirà al pubblico dalle 12 - gli “Incontri d’autore”, coordinati da Ernesto Assante eGino Castaldo ospiteranno Sud Sound System (ore 10.30 – solo per gli studenti), la leggenda vivente del rockBrian Eno (ore 12), che parlerà della sua straordinaria carriera di musicista e produttore e della sua installazione di visual art, Light Paintings che il pubblico potrà visitare sino al 14 novembre al Teatro Margherita, e il pianista e compositore Ludovico Einaudi (ore 17.30). 

Prende il via il 30 ottobre il 5° Festival pianistico Città di Corato.


Otto concerti al Teatro comunale per il 5° Festival pianistico Città di Corato: artisti di fama internazionale e giovani talenti per recital di pianoforte solo e musica da camera, ma anche tango-jazz e prosa. La conferenza stampa di presentazione si è tenuta lunedì 26 ottobre alle ore 10.30 presso la Sala Verde del Palazzo di Città. La rassegna, che si avvale del patrocinio morale della Città metropolitana di Bari e del GAL “Le Città di Castel del Monte” presenta un cartellone vario e prestigioso grazie al supporto del Comune di Corato, che quest’anno la co-organizza e la sostiene, ed al contributo di alcuni imprenditori locali. L’associazione “Fausto Zadra” si avvale anche della partnership di altre associazioni da sempre sensibili all’arte e alla cultura: le sezioni coratine della FIDAPA e del Rotary club, la già citata Associazione musicale “Euterpe”, l’AIOS (Associazione italiana operatori Scuola) di Bari. Il concerto inaugurale, venerdì 30 ottobre con apertura alle 20 e inizio alle 20.30, quest’anno lo terrà lo stesso ideatore e direttore artistico del festival, Filippo Balducci (nella foto). Il recital è intitolato Skrjabin e l’eredità di Chopin. Il grande compositore russo, di cui ricorre il centenario della morte, molto si ispirò al grande musicista polacco nella prima fase della sua carriera compositiva, tanto da meritarsi l’appellativo di “Chopin russo”, per poi sviluppare un linguaggio molto più moderno e rivoluzionario nella maturità. In programma brani del giovane Skrjabin (una Mazurka e i suoi 24 Preludi op. 11) e i famosissimi 24 Preludi op. 28 di Chopin.

martedì 27 ottobre 2015

Conversazioni sulla Musica al Petruzzelli: “La bohème di Giacomo Puccini” a cura di Dinko Fabris.


 Venerdì 30 ottobre alle 19.00 nel foyer del Teatro Petruzzelli il professor Dinko Fabris terrà una conferenza sul tema: “La bohème di Giacomo Puccini”.
L’incontro rientra nella rassegna “Conversazioni sulla Musica”, l’ingresso sarà libero fino ad esaurimento posti.
Informazioni: 080.975.28.10

Dinko Fabris, biografia.

Dinko Fabris ha avviato gli studi Conservatorio Piccinni di Bari e nelle Università di Bari e Bologna specializzandosi in musica antica (diploma di liuto al Conservatorio di Verona) e musicologia (Dottorato di ricerca alla Università di Londra) ed è oggi uno dei musicologi italiani più conosciuti nel mondo. 
Docente in ruolo di Storia della musica nel Conservatorio di San Pietro a Majella di Napoli (dove dirige le attività internazionali e il Master di Beni musicali per la biblioteca), dal 2001 è professore a contratto di Storia della Musica anche all’Università della Basilicata a Potenza, ottenendo nel 2014 la doppia abilitazione nazionale come professore ordinario e associato nelle università italiane. E’ inoltre professore associato onorario dell’Università di Melbourne e docente nei corsi di dottorato dell’Università di Lubiana e dell’Università di Leiden (programma DocArtes). Dal 2013 fa parte del comitato musica del Pontificio Consiglio della Cultura ed è membro della Academia Europaea. Giornalista pubblicista collabora con Repubblica, Giornale della Musica e Radiotre Rai. Membro di numerosi comitati scientifici di riviste internazionali e di edizioni critiche tra cui la nuova Edizione delle Opere di Carlo Gesualdo da Venosa (Baerenreiter Verlag), come rappresentante dell’Università e del Comitato Celebrazioni Gesualdo della Regione Basilicata. Ha pubblicato circa 150 saggi scientifici e alcuni libri tra cui in inglese Music in seventeenth-century Naples (Ashgate 2007). Il suo territorio di ricerca si estende dalla musica del rinascimento al Novecento, con particolare attenzione alla storia musicale di Napoli, all’opera barocca (Monteverdi Cavalli Handel e Purcell) e a Nino Rota. E’ direttore della collana “Le vie dei suoni” per l’editore Cafagna per il quale è in preparazione un suo libro dedicato al Mito musicale di Napoli. E’ stato tra i fondatori del Sistema Orchestre Giovanili in Italia gemellato con El Sistema venezuelano, curandone la cooperazione internazionale e le attività di formazione. Fin dalla fondazione nel 1987 è consulente musicale della Cappella della Pietà dei Turchini fondata e diretta da Antonio Florio, complesso specializzato nella musica antica napoletana conosciuto in tutto il mondo (50 cd realizzati). Dal 2015 è direttore artistico del Teatro Mercadante di Altamura. Dal 2012 è il primo italiano eletto presidente della International Musicological Society (Basilea), incarico che terminerà a Tokyo nel 2017.



Concerto per Halloween in collaborazione con il Resto del Carlino e QN a Bologna diretto da Michele Mariotti con l'Orchestra del Comunale.


Una nuova occasione musicale da non perdere per tutta la città, quella che vede il Direttore musicale Michele Mariotti (nella foto) tornare sul podio della sua orchestra bolognese, in occasione del concerto organizzato dal Comune con la Fondazione lirica cittadina e QN il Resto del Carlino per Halloween il sabato 31 ottobre al Teatro Manzoni alle ore 18:00Non può mancare, in un concerto organizzato per Halloween, anche un dress-code tematico. Il programma musicale dal tono festoso prevede, nella prima parte, musiche di Giuseppe Verdi con la Sinfonia dall'opera I vespri siciliani e i Ballabili dal Macbeth, mentre nella seconda la Sinfonia n. 8 in sol maggiore op. 88 di Antonin Dvořák. I biglietti omaggio possono essere ritirati il 29 e il 30 ottobre presso la biglietteria del Teatro Manzoni dalle ore 15:30 alle ore 18:30 sino ad esaurimento dei posti disponibili. 

Appuntamento con il musical "My Fair Lady", in scena con la compagnia di Corrado Abbiati.


Appuntamento con il Teatro Musicale  della Camerata Musicale Barese per la 74ª Stagione “Magic” il 15 marzo  al  TaetroTeam con “My Fair Lady”  di Alan Jay Lerner musiche di Frederick Loewe portato in  scena dalla Compagnia di Corrado Abbati. Uno dei problemi che molti si pongono nel riportare in scena i classici del teatro musicale è che gran parte del repertorio non si allinea con i presunti gusti attuali. I veri o falsi problemi di rendere contemporanee tali opere sono spesso motivo di elaborazione di una moltitudine di note di regia giustificative di ciò che in fondo non ha bisogno di giustificazione. La soluzione della Compagnia di Abbati è stata quindi di conservare “My Fair Lady” semplice, elegante ed affascinate come in originale perché è questa la magia dello show.
Fondatore, insieme a Stefano Maccarini, della Compagnia di Operette Corrado Abbati ne è il leader e il direttore artistico. In questa veste sceglie i titoli in repertorio, ne cura l’adattamento e la regia teatrale. E’ poi egli stesso interprete dei ruoli brillanti, ai quali conferisce modernità e credibilità scenica. Questa intensa attività ne fa il vero erede della migliore tradizione operettistica e del teatro musicale  italiano. Raccogliendo il testimone da quanti lo hanno preceduto, ha contribuito a tenere viva l’operetta e a riportarla agli antichi splendori.
Laureato all’istituto di Musicologia dell’Università di Parma sulla storia dell’operetta in Italia, ha poi vinto il primo premio alla prima edizione del Concorso nazionale per interpreti d’operetta “Ercole d’oro”. In seguito ha instaurato un proficuo rapporto di collaborazione con la RAI, dove è stato per alcuni anni regista-programmista. Prima di dedicarsi interamente all’operetta è stato aiuto regista in importanti produzioni liriche al Comunale di Modena, al Regio di Parma, al Municipale di Piacenza e al Comunale di Ferrara.
L’Evento “My Fair Lady”  si prospetta  un divertimento dal vivo che saprà rapire gli spettatori  per due ore di spettacolo da trascorrere in tutta serenità.
L’appuntamento rientra  anche nell’abbonamento “Speciale Eventi”.
Il prossimo appuntamento della Camerata è col jazz il 3 novembre con il Trio di Jack DeJohnette al Teatro Petruzzelli alle ore 21. DeJohnette  suonerà con il  sassofonista  Ravi Coltrane e col bassista  Matt Garrison: Ravi Coltrane figlio del mitico John Coltrane e Matt Garrison  figlio di Jimmy Garrison, che con Coltrane padre suonò dal 1961 al 1967.

"Bari suona" alla vigilia del Medimex e si scatena la musica nel centro murattiano.



Alla vigilia del Medimex è il ritmo della musica che batte nel cuore di Bari. Mercoledì 28 ottobre, giorno che precede l’inaugurazione del salone internazionale alla Fiera del Levante promosso e organizzato da Puglia Sounds, il centro del capoluogo si trasforma in un unico palcoscenico con i concerti di «Bari Suona» promossi dalla Confcommercio e i live organizzati da Officina degli Esordi per l’amministrazione comunale, tutte iniziative inserite in «Fuori Medimex», il programma di appuntamenti che sta accompagnando l’arrivo del Medimex.
Dalle ore 18 alle 21.30 i concerti di «Bari suona» si terranno nel centro del borgo murattiano, suddiviso simbolicamente in quattro mini-quartieri, ognuno dei quali dedicato a un genere musicale (classica, jazz, pop e world), con 19 gruppi e 100 musicisti coinvolti.

Decima edizione del Concorso Pianistico Internazionale "Franz Liszt" - Premio Mario Zanfi il prossimo 7 novembre a Busseto.


Il direttore e il presidente del Conservatorio di Musica "Arrigo Boito" di Parma, M° Roberto Cappello (nella foto) e prof. Andrea Mora, sono lieti di invitarLa alla finale della decima edizione del Concorso Pianistico Internazionale “Franz Liszt” – Premio Mario Zanfi, che si terrà sabato 7 novembre 2015, alle ore 17.00, nel Teatro Verdi di Busseto. I finalisti saranno selezionati tra otto candidati, provenienti da Cina, Russia e Italia, che si confronteranno su un programma interamente focalizzato sul compositore ungherese Franz Liszt. Il Concorso vanta ormai una lunga tradizione: la prima edizione si è tenuta infatti nel 1981, grazie al lascito fatto dal grande pianista Mario Zanfi al Conservatorio di Musica di Parma, per l’istituzione di un concorso pianistico quadriennale. 
La Giuria sarà presieduta dal Maestro Roberto Cappello, celebre pianista e direttore dell’Istituto di Alta Formazione Artistica e Musicale di Parma, e sarà composta da altri sei membri italiani e stranieri: Bertrand Giraud (Francia), Wonmi Kim (Corea del Sud), Leonid Margarius (Ucraina), Giampaolo Nuti (Italia), Andrea Padova (Italia), Daniel Rivera (Argentina).
Al termine della prova, verrà proclamato il vincitore. Il montepremi è di € 14.000, così suddivisi: primo premio € 8.000; secondo premio € 4.000; terzo premio € 2.000. Il vincitore e i finalisti saranno inoltre segnalati dalla giuria a importanti istituzioni concertistiche.

lunedì 26 ottobre 2015

Anteprima Lucerna Festival 2016 con la direzione musicale di Riccardo Chailly.


LUCERNE FESTIVAL – Anteprima edizione 2016
Festival a Pasqua (dal 12 al 20 marzo): Jordi Savall sarà l’«artist-in-residence»; Mariss Jansons dirigerà la residenza dell’Orchestra Sinfonica della Radio Bavarese in due concerti
Festival in estate (dal 12 agosto all’11 settembre): con il tema «PrimaDonna», i riflettori saranno puntati sulla donna artista; in veste di nuovo direttore d’orchestra, Riccardo Chailly (nella foto) dirigerà per la prima volta la LUCERNE FESTIVAL ORCHESTRA; Wolfgang Rihm assumerà la direzione artistica della LUCERNE FESTIVAL ACADEMY
Festival al piano (dal 19 al 27 novembre): pianisti straordinari come Rudolf Buchbinder, Igor Levit, Murray Perahia, Maria João Pires e Grigory Sokolov daranno vita all’edizione pianistica del festival.

John Axelrod dirige la OSN della Rai nella Sesta Sinfonia di Mahler.


Ospite frequente delle ultime stagioni sinfoniche, il direttore d'orchestra americano John Axelrod  (nella foto) sale nuovamente sul podio dell'Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai giovedì 29 ottobre alle ore 20.30, all'Auditorium Rai “Arturo Toscanini” di Torino. Il concerto è replicato venerdì 30 ottobre alle 20.30, con trasmissione in diretta su Radio3 Rai.
Recentemente nominato Direttore principale e Direttore Artistico della Real Orquesta Sinfónica de Sevilla, John Axelrod è anche Direttore principale ospite dell’Orchestra Sinfonica di Milano “G. Verdi”. Con l’Orchestra Rai propone la Sesta Sinfonia in la minore di Gustav Mahler, dopo il successo ottenuto nel 2011 con un altro capolavoro sinfonico del compositore austriaco: la Sinfonia n.9.
Terminata nell'estate del 1904 durante il sereno ritiro di Mahler in Carinzia, tra lunghe passeggiate e nuotate nel lago, la Sinfonia n. 6 è in realtà apocalittica, con tanto di colpi di martello nel Finale. Non sembra, infatti, lasciare grande spazio alla speranza e pare contenere tutti i dolori di un’anima incline al malessere.
La recezione da parte di pubblico e critica, dopo la prima esecuzione del 1905, fu controversa, e le parole del compositore lasciano intendere come lui stesso lo avesse previsto: «La mia Sestaproporrà enigmi che potranno essere affrontati solo da una generazione la quale abbia assorbito e digerito le mie precedenti cinque sinfonie».

E' in arrivo il compositore Ludovico Einaudi a Lecce il prossimo 29 novembre.


«Gruppo rock cerca batterista: no perditempo». Facile avere la battuta pronta quando si è musicisti, dopo una vita passata a leggere note tra una stanghetta e l’altra. Lo spazio di una battuta, per l’appunto, anche se musicale. Che diventa humor allo stato puro quando di mezzo c’è la Banda Osiris, ossia Gianluigi e Roberto Carlone, Giancarlo Macrì e Sandro Berti. Nel 2015 stanno festeggiando 35 anni di attività e di successi, anche televisivi, raggiunti con la trasmissione di Serena Dandini «Parla con me». E in Puglia arrivano per celebrare l’importante traguardo con lo spettacolo «Le dolenti note», il 12 dicembre al Teatro TaTà di Taranto, ospiti del Ghironda Winter Festival, che s’inaugurerà il 29 novembre a Lecce con l’unica data pugliese del tour «Elements» di Ludovico Einaudi (già sold out da diversi giorni). Quindi, il festival, promosso e organizzato da Idea Show, proseguirà per tutto il periodo natalizio con una programmazione che, dopo l’appuntamento con la Banda Osiris, prevede altri concerti in varie località della regione di cui presto verranno resi noti i contenuti.

Ola Rudner e l'Orchestra Filarmonica di Wurttemberger raccolgono un più che convincente successo al Petruzzelli.


Sabato sera, apertura al Petruzzelli della bella stagione della Camerata Musicale Barese con un concerto della prestigiosa e capace Wurttemberger Philarmonic Orchestra, diretta dall'autorevole maestro svedese Ola Rudner (nella foto), con la partecipazione del bravissimo pianista cinese Melvyn Tan. Pubblico in buon numero, ma non purtroppo quello delle grandissime occasioni. E' questo è un dato che sconcerta, anche perchè, come ha ricordato il presidente Giovanni Girone, quest'anno la stagione è davvero splendida, con appuntamenti anche, a tratti, straordinari. E questo dato avrebbe dovuto far accorrere davvero migliaia di persone a teatro. Purtroppo così non è stato." Viviamo tempi di grande crisi. e si vede anche in queste circostanze" ha chiosato Girone, mentre il microfono faceva ad intermittenza le bizze.
In ogni caso, venendo al concerto, va detto che lo stimolante programma prevedeva tre pagine di Spohr, Beethoven e Schumann.Dopo un interessante ouverture dello Spohr operista, il concerto ha preso letteralmente il volo con il Secondo Concerto per pianoforte e orchestra, suonato in modo sublime da Melvyn Tan, un talentuoso cinese dall'articolazione agile e leggerissima, con grande musicalità e superbo tocco. L'Orchestra tedesca ha mostrato anche in formazione duttilmente cameristica e raccolta, una straordinaria solidità e professionalità, in questo non poco suffragata da Ola Rudner, che ha dato del concerto beethoveniano una davvero eccellente lettura.
Il concerto, dopo un bis chopiniano con un celebre Notturno, è poi stato incorniciato da una vigorosa ed energica Terza Sinfonia di Schumann, una dell più belle pagine del compositore tedesco, ma di raro ascolto qui a Bari. Eppure si tratta di autentico capolavoro, qui esposto con autorevolezza e sicura virilità dal maestro svedese. Infine, un bis meraviglioso, con una delle inflazionate Danze Ungheresi di Brahms. nonostante, gli applausi continuassero frenetici ed entusiastici, il maestro Rudner ha fatto capire, ad ampi gesti, che non c'era più tempo per suonare ancora e che una ricca cena ed un meritato riposo ormai li aspettava...

«Fuori Medimex», a Bari una città in Musica.


Meno due al Medimex, il salone dell’innovazione musicale organizzato da Puglia Sounds nella Fiera del Levante dal 29 al 31 ottobre, appuntamento internazionale al quale ci si sta avvicinando con una serie di manifestazioni collaterali e la complicità di diversi partner istituzionali e culturali. Particolarmente ricca la programmazione di martedì 27, a Bari. Dalle ore 18 alle 21.30 si terranno i concerti di «Bari suona», manifestazione promossa dalla Confcommercio che porta la musica in tutto il borgo murattiano, suddiviso simbolicamente in quattro mini-quartieri, ognuno dei quali dedicato a un genere musicale (classica, jazz, pop e world), con 18 gruppi e 100 musicisti coinvolti.
Nel quartiere «world» (tra via Sparano e via Putignani) si esibiranno il duo composto da Paola Arnesano e Vince Abbracciante (omaggio al tango e alla musica brasiliana), Balca Bandanica, il trio Choro Notes e il gruppo di musica irlandese Floggin, mentre nel quartiere «jazz» (tra corso Vittorio Emanuele e  via Sparano) suoneranno l’Organ Trio di Vito Di Modugno, lo Standards Jazz Quartet con la vocalist Francesca Leone (nella foto), il Traditional Jazz Trio di Mino Lacirignola e la Pocket Orchestra guidata da Guido Di Leone. Nel quartiere «classica» (tra via Argiro e via Putignani) sono previste le performance del Sonor Piano Trio, del Running Flute Quartet, del duo composto da Paolo Cavelli (tenore) e Luciano Damiani (chitarra e mandolino) e dal quartetto d’archi Non Solo Mozart. Infine, sui palchi del quartiere «pop» (tra via Argiro e via Calefati) saliranno l’Elio Arcieri’s Funkuintet, la Piccola orchestra italiana senza strumenti Mezzotono, il progetto vocale Le Nuvole (Cinque voci per Fabrizio De André) e il Wrong Side Project in un tributo al rock’n’roll. Inoltre, due marchin’ band, la Banda Musicale della Valle d’Itria e la Swingin’ Dixie, gireranno per le vie del borgo murattiano e animeranno le zone commerciali dove non sono presenti postazioni fisse musicali.

sabato 24 ottobre 2015

Meno quattro giorni all'inizio del MEDIMEX di Bari.


Meno quattro al Medimex, il salone dell’innovazione musicale organizzato da Puglia Sounds nella Fiera del Levante dal 29 al 31 ottobre, appuntamento internazionale al quale si stanno preparando con una serie di manifestazioni collaterali sia Bari che Lecce. Proprio sulla tratta Bari-Lecce viaggerà, per il Medimex, il treno del Locomotive Jazz Festival, che percorrerà al contrario il percorso compiuto lo scorso 30 luglio. Intitolato «From Station to Station», il progetto prevede, infatti, un viaggio a tappe il giorno dell’inaugurazione del salone, giovedì 29 ottobre, con partenza dal capoluogo salentino (ore 10.28), tanta musica a bordo (suonata dal sassofonista Raffaele Casarano e dal contrabbassista Marco Bardoscia), una sosta a Martina Franca alle ore 12.08 e arrivo a Bari alle ore 14.10 (prenotazioni aperte - biglietti 5 euro, info 3471225188). Ma di tappe ci sono anche quelle di avvicinamento al Medimex inserite in «Fuori Medimex», iniziativa realizzata da Puglia Sounds con la complicità di diversi partner istituzionali e culturali. Lunedì 26 ottobre sono previsti ben quattro concerti in altrettanti locali del capoluogo per l’avvio del ciclo «Fuori Medimex Around», rassegna all’insegna della contaminazione tra i generi che il Comune di Bari promuove attraverso l’Officina degli Esordi sino a mercoledì 28 presentando dodici esibizioni di gruppi e artisti. La serie di concerti di lunedì 26 si aprirà all’Hotel Imago (ore 19) con Andrea Senatore, artista elettronico che ha collaborato con i Radiodervish e il violoncellista Giovanni Sollima. Quindi, in contemporanea, alle ore 21.30, si esibiranno il gruppo folk rock Dario e i Meridionali di Dario Losito e Riccardo Ernesto alla Taverna Nuova del Maltese, la giovane cantautrice Luce Montrone (nella foto) al Tavlì e i Camillorè, band dall’attività decennale che annovera anche la partecipazione al Concertone del Primo Maggio di Roma, a Storie del Vecchio Sud.

venerdì 23 ottobre 2015

Il Duo Pianistico Donati-Musti in concerto a Barletta il prossimo 25 ottobre.


Domenica 25 Ottobre, alle 19,00 (porta 18,30), presso la Sala Athenaeum in via Madonna degli Angeli 29 a Barletta, ci sarà un concerto del duo pianistico Maria Musti - Luca Donati, con musiche di Mozart e Beethoven. Il concerto rientra nella XVI Stagione Artistica dell'Associazione Athenaeum.
Per informazioni: 0883348748 - www.associazioneathenaeum.it.

L'orchestra Orfeo Stillo suona a Mola di Bari il prossimo 25 ottobre.


Che ci fanno Le quattro stagioni di Antonio Vivaldi nel programma di una serata dedicata alla musica da film? È la domanda che ruota intorno al concerto «Seasons & Cinema» con cui la stagione autunnale dell’AgimusFestival, manifestazione diretta da Piero Rotolo e aderente alla rete Orfeo Futuro sostenuta da Puglia Sounds, prosegue domenica 25 ottobre (ore 19.30) al Teatro Comunale Niccolò van Westerhout di Mola di Bari, ospite l’Orchestra da Camera «Orfeo Stillo» diretta da Fernando Romano con Giuseppe Arnaboldi violino solista (biglietti 8 euro, ridotti 5/2 euro – info 368568412 ewww.associazionepadovano.it).

Domani si inaugura la stagione della Camerata Musicale Barese con la grande Orchestra Württembergische Philharmonie Reutlingen diretta dal M° Ola Rudner.


Tutto è ormai pronto per l’attesa serata inaugurale della 74ª Stagione “Magic” della Camerata Musicale Barese. Sarà la grande Orchestra Württembergische Philharmonie Reutlingen diretta dal M° Ola Rudner ad esibirsi sabato  sera al Teatro Petruzzelli  per il primo Evento del Cartellone 2015/2016. Inizio  ore 21. La Württembergische Philharmonie, nata nel 1945, vanta la reputazione di pregevole realtà musicale in ambito internazionale. È diretta dal 2008 dallo svedese Ola Rudner, premiato al Concorso Paganini di Genova nel 1977.                              
Il direttore svedese ha iniziato la sua carriera come violinista solista, assistente del leggendario Sandor Vègh. Una collaborazione con Symphonieorchester der Wiener Volksoper lo porta regolarmente in Giappone .
Ola Rudner ha ricevuto  la “Medaglia del Centenario” per il suo lavoro musicale in Australia, e dalla Repubblica austriaca ha ricevuto  l’“Onorificenza in Argento”per meriti artistici.
Melvyn Tan nato a Singapore, vive a Londra dove è arrivato all’età di 12 anni per studiare alla scuola di Yehudi Menuhin ed iscriversi al Royal College of Music. Melvyn Tan si è affermato, a livello internazionale, attraverso le sue nuovissime esecuzioni su pianoforti storici. Il suo sodalizio artistico con Sir Roger Norrington e il London Classical Players si è realizzato attraverso una serie di importanti esecuzioni e di registrazioni negli anni tra il 1980
Hanno registrato insieme, tra le altre opere, anche i cinque concerti per pianoforte di Beethoven per EMI Classics, e hanno realizzato un tour europeo durante il quale Tan ha suonato sul fortepiano Broadwood del 1817 appartenuto a Beethoven. La versatilità, l'intuizione artistica e la fantasia delle interpretazioni di Melvyn Tan sono state applaudite in tutto il mondo. Dal settembre 2012, in considerazione della sua elevata conoscenza sia dei pianoforti storici che dei pianoforti moderni e della sua arte dell’interpretazione, è stato nominato "Artist in Residence" presso il Conservatorio Yong Siew Toh di Singapore. 

Il 24 ottobre iniziano le anteprime di MEDIMEX a Bari.


Dal concerto di Rachele Bastreghi (nella foto) dei Baustelle al raffinato sound di Nicola Conte, Bari è un unico palcoscenico con Fuori Medimex, il programma di iniziative collaterali al salone dell’innovazione musicale che Puglia Sounds organizza alla Fiera del Levante dal 29 al 31 ottobre con grandi protagonisti della scena musicale italiana e internazionale.
Il programma di anteprime di sabato 24 ottobre inizia alle ore 18, all’interno della Galleria Musicale dell’Officina degli Esordi, che per il Comune di Bari promuove Rec&Play On Air insieme all’Associazione Zerottanta, cui si deve l’ideazione del Rec&Play Contest, un progetto musicale cinematografico e didattico vincitore del Leone d’Argento per la Creatività alla Biennale di Venezia 2013. Sul palco salgono Supramonte, Almeno Tre, Absynthium, Sublimia, Sbkk lain, Giorgio Schino, Blue Tide e Lupercalia, band e artisti che hanno partecipato alle precedenti edizioni del contest, dedicato ai talenti under 18.
Sempre all’interno dell’Officina degli Esordi, dove per tutta la giornata di sabato il collettivo pugliese di arte urbana Pigment ha in progetto la realizzazione di un murale, mentre le quattro sale prova ospitano alcuni dei migliori giovani gruppi del Rec&Play Contest, alle ore 21 viene presentato in anteprima il videoclip di Supramonte “Affinità elettive”. Quindi, alle 21.30 la scena diventa tutta di Rachele Bastreghi, l’anima femminile dei Baustelle che proprio quest’anno ha esordito con un proprio progetto discografico intitolato “Marie” e ispirato alla musica e al mood degli anni Settanta.

giovedì 22 ottobre 2015

Omaggio al compositore Fausto Romitelli del Quartetto Prometeo il 27 ottobre al Comunale di Monfalcone.



Martedì 27 ottobre arriva al Comunale il Quartetto Prometeo. Fra i protagonisti di “’900&oltre”, la rassegna dedicata alla musica contemporanea e al Novecento, il Prometeo è un quartetto d’archi affermato a livello internazionale per le interessanti scelte di repertorio nell’ambito della musica contemporanea, Leone d’Argento nel 2012 alla Biennale Musica di Venezia.
Un concerto in ricordo del compositore goriziano Fausto Romitelli, scomparso prematuramente nel 2004, compositore fra i più visionari della sua generazione, di cui sarà eseguito il quartetto con elettronica Natura morta con fiamme. Per quartetto d’archi ed elettronica è anche Nymphea, della compositrice finlandese Kaija Saariaho, che sviluppa le tecniche della computer music. A chiudere il concerto è il Quartetto “Voces intimae”, la più importante composizione cameristica di Jean Sibelius.
Biglietti presso: Biglietteria del Teatro (tel. 0481 494 664, da lunedì a sabato, ore 17-19), ERT di Udine, Biblioteca Comunale di Monfalcone, prevendite Vivaticket e on line su www.vivaticket.it. La Biglietteria del Teatro accetta prenotazioni telefoniche.

Roberto Molinelli dirige l'Orchestra Sinfonica della Città Metropolitana il 26 ottobre a Mola ed il 27 allo Showville di Bari.


L'Orchestra Metropolitana di Bari si esibirà in un concerto diretto dal maestro Roberto Molinelli (nella foto, ingresso libero). Il programma prevede l’esecuzione della Sinfonia dal Nabucco (trascrizione per archi di R. Molinelli) di G. VerdiCarmen Suite per archi e percussioni di G. BizetTango Suite, per Viola e archi, Adios Nonino, Oblivion, Muerte del Angel, Cierra tus ojos y escucha e Libertango di A. Piazzolla e Milonga Y Chacarera, per viola e archi dedicata ad Anna Serova (prima esecuzione assoluta) di R. Molinelli. 

Ghiglioni e Lenoci in concerto per Il Gioco nel Jazz il prossimo 28 ottobre.


Secondo appuntamento con la I rassegna Domestic Flights - Jazz No Jazz", interamente incentrata sulla creatività italiana che esplora differenti ambiti musicali, promossa dall’Associazione Nel Gioco del Jazz, diretta da Roberto Ottaviano. Il 28 ottobre, con inizio alle ore 21, al Teatro Forma, sarà la volta della cantante Tiziana Ghiglioni e del pianista Claudio Lenoci. Il programma, dal titolo Sleep Talking, prevede l’esecuzione dimusiche di Duke Ellington, Steve Lacy, Mal Waldron, Ornette Coleman e composizioni originali di Gianni Lenoci. Tiziana Ghiglioni è la signora del Jazz in Italia e probabilmente la più apprezzata cantante jazz italiana di sempre. Si è negli anni misurata sia nel jazz classico che nel free accanto a mostri sacri americani (Kenny Drew, Steve Lacy, Mal Waldron, Archie Shepp e Paul Bley) e ai più noti musicisti italiani (Paolo Fresu, Enrico Rava, Franco D'Andrea e Luca Flores). Gianni Lenoci ha collaborato con i massimi specialisti mondiali del jazz e della musica improvvisata come: Massimo Urbani, Steve Lacy, Joelle Leandre, Steve Grossman, Harold Land, Bob Mover, Enrico Rava, Glenn Ferris, Eugenio Colombo, Giancarlo Schiaffini, Don Moye, Han Bennink, Antonello Salis, Carlo Actis Dato, David Gross, Paul Lovens, Sakis Papadimitriou,Georgia Sylleou, Jean-Jacques Avenel, John Betsch, Markus Stockhausen, Steve Potts, Carlos Zingaro,John Tchicai, Kent Carter,William Parker, David Murray, Roscoe Mitchell, Sabir Mateen, Evan Parker, Marc Ducret, Charles Gayle per citarne alcuni. Ha inoltre tenuto performances con poeti, danzatori ed artisti multimediali. Oltre che come improvvisatore, Lenoci è attivo come interprete dal vasto repertorio, con un'attenzione particolare a compositori come Morton Feldman, Earle Brown, Sylvano Bussotti, John Cage oltre all'opera completa per strumento a tastiera di Johann Sebastian Bach.

"Le domeniche dell'Auditorium": la serie di cinque concerti domenicali dei complessi da camera dell'Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai prendono il via il 25 ottobre.


Riparte “Le Domeniche dell'Auditorium”, la serie di 5 concerti domenicali dei complessi da camera dell'Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai, realizzata in collaborazione con Lions Clubs International Distretto 108 I a 1. Il primo appuntamento è in programma domenica 25 ottobre 2015 alle 10.30, all’Auditorium Rai “Arturo Toscanini” di TorinoProtagonista il Sestetto “Schiele” dell'OSN Rai, con Aldo Cicchini e Valerio Iaccio, violini, Federico Maria Fabbris e Agostino Mattioni, viole, Stefano Blanc e Michelangiolo Mafucci, violoncelli. In programma Verklärte Nacht (Notte trasfigurata), sestetto op. 4 per archi composto nel 1899 da Arnold Schönberg. Il compositore ha reso in forma di poema sinfonico l'omonima poesia del tedesco Richard Dehmel, tratta dalla raccolta Weib und Welt, che narra la vicenda di una donna che di notte, al chiaro di luna, confessa al suo uomo di portare in grembo un figlio non suo. A seguire il Sestetto n. 1 in si bemolle maggiore op. 18 per archi di Johannes Brahms, tra i suoi primi capolavori nel genere cameristico, eseguito per la prima volta ad Hannover nel 1860.